Inter > Inter News > dal campo > Pagelle e Tabellino di Inter-Napoli

Pagelle e Tabellino di Inter-Napoli

PAGELLE E TABELLINO INTER-NAPOLI / MILANO – Sarà Leonardo, sarà l’anno nuovo, sarà quel che sarà, ma l’Inter torna a bazzicare il campionato come meglio non potrebbe. Complice uno sparring partner piuttosto volenteroso di far fare bella figura ai nerazzurri, un Napoli che invece sembra rimasto seduto al tavolo del cenone. Partenopei irriconoscibili, l’Inter straripa soprattutto a centrocampo grazie agli inserimenti puntuali dei suoi mediani. Nel Napoli male tutti, fra i nerazzurri spiccano Motta, Lucio, Zanetti e un dinamico Pandev.

INTER

Castellazzi 6 – Ordinaria amministrazione, Pazienza però lo infila sul suo palo.

Maicon 6 – Tornato da un lungo stop, è molto meno propositivo del solito. E dire che di spazio ne avrebbe a sufficienza…

Lucio 7 – Giganteggia nelle retrovie e trova anche occasione per più di una delle sue proverbiali scorribande palla al piede oltre la metà campo avversaria.

Cordoba 6,5 – Tiene botta senza alcun problema, i fulmini azzurri stasera sono tutt’altro che fulminei.

Chivu 6,5 – Maggio è un agnellino e lui ha la possibilità di affondare quanto e come vuole, diventando di fatto un centrocampista aggiunto.

Thiago Motta 7,5 – In mezzo l’Inter è in superiorità numerica e Thiago può mostrare i suoi tipici inserimenti senza palla. Praticamente immarcabile. Motta (Dal 40′ s.t. Muntari s.v.)

Cambiasso 7 – Fa l’ago della bilancia davanti alla difesa con il consueto piglio, poi si toglie anche lo sfizio di insaccare sugli sviluppi del calcio d’angolo.

Zanetti 7 – Solito encomio per il capitano, un martello sulla destra. Scherza i difensori napoletani in diverse occasioni.

Stankovic 6,5 – Gioca tra le linee ma è un trequartista fasullo, perché più che altro si porta via l’uomo per l’inserimento dei compagni. Lavoro oscuro ma preziosissimo. (Dal 34′ s.t. Mariga s.v.)

Milito 6 – Lascia la platea ai compagni, servito poco e marcato (almeno lui) decentemente non punge quanto dovrebbe.

Pandev 6,5 – Sempre in movimento, fa l’elastico dalla fascia al centro mandando nel pallone i difensori del Napoli. (Dal 38′ s.t. Biabiany s.v.)

All.Leonardo 7 – Ammortizza l’esordio in nerazzurro con una tranquillità impressionante. La squadra è tosta e sicura di sé, sembra quella dei tempi migliori. A conferma che il problema, più che tecnico, era proprio di incompatibilità fra Benitez e lo spogliatoio.

NAPOLI

De Sanctis 5,5 – Un paio di uscite al vento, potrebbe qualcosa in più sul primo gol di Motta.

Campagnaro 5,5 – In bambola insieme ai compagni, forse fra i meno peggio.

Cannavaro 6 – In marcatura su Milito è praticamente impeccabile, fa la statuina del presepe sull’inserimento di Cambiasso per il 2-1.

Aronica 4,5 – Un disastro. In difficoltà perenne, perde continuamente l’uomo e si trova a far fallo come extrema ratio. Sembra un bambino impaurito quando affronta squadre troppo blasonate.

Maggio 5 – Timido, troppo timido, non spinge mai e finisce a fare il terzino aggiunto nonostante l’assenza di dirimpettai. Chivu, che fa il terzino, supera la metà campo infinite volte più di lui.

Gargano 4,5 – Orripilante. Perde un’infinità di palloni e stavolta non riesce neppure a recuperarne. Preso in mezzo fra i mostri sacri nerazzurri, ne esce a pezzi. (Dal 12’ s.t. Yebda 5,5 – Meglio di Gargano, ma era difficile fare peggio, eppure niente di trascendentale)

Pazienza 6 – Al di là del gol, è l’unico che almeno ci mette la generosità e quando serve anche il corpo. In difficoltà anche lui, come tutti, ma almeno mostra un pizzico di carattere. (30’ s.t. Sosa s.v.)

Dossena 5 – Altro Mister Hyde, il ritorno dalle vacanze gli ha fatto male. Solo una buona idea sul gol (annullato) di inizio gara, poi più nulla. (Dal 20′ s.t. Zuniga 5,5 – Anche lui non è che faccia molto per cambiare le cose.)

Hamsik 5 – Qualcuno l’ha visto toccar palla?

Lavezzi 5 – Il Pocho pre e post Natale è sempre un po’ così, non si smentisce neanche quest’anno. Poche occasioni solitarie in cui si incaponisce e perde palla.

Cavani 5 – Travolto dalla mediocrità della squadra, non la vede quasi mai.

All. Mazzarri 5 – Forse avrebbe fatto meglio ad andare dal notaio ed autenticare quella firma sul pareggio. All’Inter il 3-1 di stasera sta anche stretto, conviene sperare che sia una notte di follia perché un Napoli così non arriverebbe neanche in Europa League.

Arbitro Rocchi 6 – Arbitra sostanzialmente bene ma di tanto in tanto subisce un po’ l’influenza delle proteste interiste in campo.

INTER – NAPOLI 3-1

INTER: Castellazzi; Maicon, Lucio, Cordoba, Chivu; Zanetti, Cambiasso, Thiago Motta (40′ s.t. Muntari); Stankovic (34′ s.t. Mariga); Pandev (38’ s.t. Biabiany), Milito. A disp. Orlandoni, Materazzi, Santon, Ranocchia. .All. Leonardo

NAPOLI: De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Aronica; Maggio, Gargano (12’ s.t. Yebda), Pazienza (30’ s.t. Sosa), Dossena (20’ s.t. Zuniga); Hamsik, Lavezzi; Cavani. A disp. Iezzo, Santacroce, Grava, Dumitru. All. Mazzarri

ARBITRO: Gianluca Rocchi di Firenze

MARCATORI: 3′ e 55′ Thiago Motta (I), 25′ Pazienza (N), 37′ Cambiasso (I)

NOTE: Ammoniti: Chivu (I), Aronica (N), J.Zanetti (I), Campagnaro (N), Maicon (I)