Inter > Inter News > Fiorentina-Inter: Mihajlovic teme Snejider, Eto’o e Pazzini

Fiorentina-Inter: Mihajlovic teme Snejider, Eto’o e Pazzini

Sinisa Mihajlovic

FIORENTINA-INTER, CONFERENZA MIHAJLOVIC / FIRENZE – Vigilia della sfida contro l’Inter per la Fiorentina. Per il suo tecnico, Sinisa Mihajlovic, una gara sicurametne speciale: “Quella di domani è una gara importantissima, contro una grande squadra e che ci può concedere continuità di risultati. Vincere sarebbe bello ma non chiedo niente di particolare. Spero di prepararla bene, rimanendo fuori dalle emozioni che ci saranno. Sono concentrato e sereno, spero lo siano anche i ragazzi”.

INTER – “L’Inter con la Juve? Sì, l’ho vista. Fuori casa hanno perso due gare, ma ogni partita fa storia a sè. Una formazione come l’Inter ha tutte le carte in regola per vincere lo scudetto e questa strada per loro passa da Firenze. Non vincere qui vorrebbe dire che per loro sarebbe molto più difficile. Noi faremo di tutto per vincere, consapevoli delle difficoltà. Conosco bene l’ambiente dell’Inter e i suoi giocatori: dovremo non farli esprimere al massimo soprattutto quei tre davanti. Snejider, Eto’o e Pazzini sono pericolosissimi, così come tanti altri meno appariscenti. Noi domani dovremo pensare solo ad avere continuità di gioco, riproponendo la gara di Palermo con in più un po’ di concentrazione in difesa. Ci sono state cose buone a Palermo, ma anche errori che un allenatore deve correggere.  Battere l’Inter? Penso che oggi sia più semplice battere l’Inter rispetto allo scorso anno quando allenavo il Catania per due motivi: primo perché la Fiorentina è più forte del Catania e secondo perché quella dell’anno scorso era un’Inter al completo mentre oggi c’è qualche assenza. Lo dico sinceramente, anche contro il mio interesse”. Il tecnico serbo parla anche del collega brasiliano: “L’arrivo di Leonardo da ex milanista? Lo conosco e lo stimo molto. Condivido la sua scelta perché sarebbe da scemo rifiutare l’Inter. Io però sono scemo e non allenerei il Milan. Purtroppo sono fatto così e i miei valori non mi permettono di fare una scelte del genere, rischiando anche di rimanere a casa senza lavoro”.