Inter > Inter News > Inter, Cambiasso: “Vogliamo vincere il derby. Spero ci sia Maicon…”

Inter, Cambiasso: “Vogliamo vincere il derby. Spero ci sia Maicon…”

Esteban Cambiasso - Getty Images

INTER CAMBIASSO DERBY TEVEZ / MILANO – Al termine di un incontro organizzato dall’Amministrazione comunale meneghina, tenutosi al Palazzo Reale di Milano, Esteban Cambiasso ha rilasciato una lunga intervista sulla situazione in casa Inter, in vista del derby di domenica sera: “La striscia negativa di partite perse contro il Milan non ci fa paura, ogni gara ha una storia a sé. Anche la Champions League non arrivava da 45 anni e invece alla fine l’abbiamo conquistata sorprendendo tutti”. La presenza di Maicon nel prossimo derby è a forte rischio, il ‘Cuchu’ la pensa così: “Speriamo che possa scendere in campo. Il nostro augurio è stato sempre quello di vedere tutti i giocatori bene fisicamente, in modo da dare al mister l’imbarazzo della scelta e metterlo in difficoltà nello schierare la formazione titolare”. Su Wesley Sneijder: “Speriamo anche sul suo recupero. Abbiamo l’occasione di lavorare per una settimana intera senza la gara infrasettimanale e quindi la possibilità di arrivare alla gara di domenica nel migliore dei modi”.

I due giocatori che in questo momento si stanno esprimendo al massimo sono i connazionali Alvarez e Milito: “Quando un giocatore fa delle cose importanti sul campo il morale diventa alto e diventa importante per tutta la squadra. Per vincere c’è bisogno che tutto il gruppo lavori per unico obiettivo, scommettere su un solo giocatore non sarebbe giusto. Sia Ricky che Diego potranno sicuramente essere un’arma in più“. La sfida numero 177 in Serie A fra Inter e Milan potrebbe essere considerata il bivio della stagione nerazzurra, il centrocampista argentino non sembra però esser d’accordo: “Il derby vogliamo vincerlo però non credo sia una gara decisiva. Mancherebbero ancora altre 20 partite, siamo ancora al girone di andata”. Infine è ancora il caso Tevez a tener banco: “Stiamo parlando di un giocatore che al momento non è qui. Non credo sia giusto parlarne ora”.

 

Raffaele Amato