Interviste esclusive / lunedì, febbraio 13th, 2012

Crisi Inter, esclusivo Caravita: “Niente contestazioni, ma col Bologna dobbiamo vincere. Su Ranieri…”

Interlive.it ha intervistato uno dei capi ultras della Curva Nord e fondatore dei 'Boys' nerazzurri

I tifosi della Curva Nord - Foto Interlive.it

MOMENTO INTER ESCLUSIVO CARAVITA / MILANO – Anni passati in quella curva a sostenere i colori nerazzurri, anni fatti di passione, sconfitte e vittorie. L’amore per quella maglia, onorata e difesa nei momenti peggiori così come negli anni delle soddisfazioni. Trascorsi i momenti di splendore, per l’Inter, sembra essere tornato l’inferno, dopo una serie di sconfitte che non poco hanno allarmato il tifo organizzato. In esclusiva ai microfoni di Interlive.it è intervenuto Franco Caravita, figura storica della ‘Nord’ nerazzurra, nonché uno dei fondatori dei ‘Boys’: “Sono tutti responsabili della situazione che stiamo attraversando: giocatori, società e allenatore. Stimo tanto Ranieri ma, se al termine della gara, affermi che i tuoi uomini hanno dato tutto ed hai perso contro il Novara vuol dire che i giocatori a disposizione non sono da Inter”.

CONTESTAZIONE O TIFO ? - Intanto venerdì a ‘San Siro’ arriverà il Bologna: “Per la gara contro gli emiliani non ci sarà nessuna contestazione preparata – prosegue Caravita a Interlive.it – Andremo allo stadio e faremo il tifo, incitando e sostenendo la squadra, come abbiamo sempre fatto. Attenderemo il verdetto del campo e poi vedremo. Una cosa è certa: contro il Bologna dobbiamo vincere“.

TOTO PANCHINA - La sconfitta contro il Novara rimette in discussione Ranieri: “Per noi interisti è normale pensare alla gestione Mourinho ed è anche giusto che lo si faccia per quello che ha lasciato – conclude Caravita a Interlive.it – Purtroppo il parallelismo tra il portoghese e chi si siederà sulla panchina nerazzurra ci sarà sempre. Ripeto, stimo Ranieri e ritengo che abbia le carte in regola per restare all’Inter, a patto che si tolga di dosso l’ipocrisia che gira intorno al calcio e dica le cose come stanno” .

Luigi Perruccio

Potrebbe interessarti anche: Interlive
Lascia il tuo commento