Inter > Inter News > Inter, la crisi in quattro punti: numeri imbarazzanti per la squadra di Ranieri

Inter, la crisi in quattro punti: numeri imbarazzanti per la squadra di Ranieri

Cambiasso e Milito - Getty Images

INTER CRISI NUMERI / MILANO – L’Inter non conosce vie di mezzo. Dopo il pessimo avvio di stagione c’è stato il grande exploit che, grazie alle sette vittorie consecutive, aveva riportato i nerazzurri addirittura a lottare per lo scudetto. Ma con il punto conquistato nelle ultime quattro partite anche il terzo posto sembra un miraggio… Tanti i problemi che hanno fatto risprofondare l’Inter nella crisi.

CONDIZIONE FISICA – Dopo la sosta natalizia – più lunga rispetto alle altre squadre – l’Inter ha disputato due bellissime partite contro Parma e Milan ma, già dalla sfida contro la Lazio vinta senza meritare ha iniziato a fare fatica. Tornando a giocare ogni tre giorni i nerazzurri hanno infilato una brutta prestazione dopo l’altra, senza vincere più dalla sfida di Coppa Italia del 25 gennaio contro il Napoli. Finalmente contro il Novara la squadra di Ranieri ha avuto un’intera settimana di lavoro a disposizione, eppure il risultato non è cambiato: ritmo da amichevole estiva e pochissime idee di gioco, con Sneijder che si batte ma vuole vincerla da sola.

CONFUSIONE RANIERI – Con il rientro di Sneijder l’Inter avrebbe dovuto avere una marcia in più e dare seguito alle sette vittorie consecutive. Ma Ranieri è andato nel pallone, spostando l’olandese da trequartista a seconda punta a esterno sinistro di centrocampo e cambiando continuamente modulo e giocatori senza una logica precisa: perchè schierare Ranocchia contro il Palermo di Miccoli e Cordoba contro il Novara di Caracciolo e non viceversa? Perchè una sola punta in casa contro l’ultima in classifica?

CONFUSIONE SOCIETARIA – Come già successo in estate, la società non ascolta le indicazioni del tecnico in chiave mercato. Ranieri aveva chiesto di tenere Thiago Motta e di prendere un esterno sinistro offensivo. E invece l’italo-brasiliano è stato ceduto (su richiesta del giocatore) al Psg ed al suo posto sono arrivati due centrocampisti centrali, con caratteristiche diverse dall’ex genoano, uno dei quali (Guarin) infortunato.

NUMERI – I numeri e le statistiche dell’Inter sono impetosi: la squadra nerazzurra ha infatti ben otto punti in meno rispetto alla scorsa stagione, 44 erano i punti della squadra allenata allora da Leonardo, 4 in meno rispetto ai rossoneri di Allegri e quindi in piena lotta scudetto. Ruolino di marcia negativo anche dal punto di vista realizzativo: solo 34 i gol messi a segno dai nerazzurri, peggio andò solo all’Inter di Tardelli nella stagione 2000-2001, quando furono solo 29 le reti realizzate. Ultimo dato agghiacciante è quello relativo alle sconfitte: sono infatti già 9 le gare perse in questa stagione, così come accadde nel campionato 1946-1947, conclusosi con il raggiungimento del misero decimo posto.

 

R.A.