Inter > Inter News > Inter-Bologna, conferenza Ranieri: “Campionato pazzo, tutti sotto esame. Sui rigori della Juventus…”

Inter-Bologna, conferenza Ranieri: “Campionato pazzo, tutti sotto esame. Sui rigori della Juventus…”

Claudio Ranieri - Getty Images

INTER-BOLOGNA, CONFERENZA RANIERI / MILANO – Settimana  fondamentale per la stagione dell’Inter. Tra domani e mercoledì i nerazzurri saranno chiamati prima a rialzare la testa in campionato contro il Bologna per tenere viva la speranza di raggiungere il terzo posto, poi dovranno cercare di fare risultato a Marsiglia nell’andata degli ottavi di Champions. “Veniamo da alcune partite non esaltanti, in cui abbiamo preso belle batoste che ci hanno fatto male – esordisce Claudio Ranieri in conferenza stampa – Il Bologna da inizio anno non ha mai perso fuori casa, ma noi dobbiamo fare punti e giocare come sappiamo, con grande attenzione per non prendere gol, senza pensare alle tante defezioni. Cercheranno di chiudersi in difesa e ripartire come ha fatto il Novara. Crisi? E’ difficile capirne i motivi, il calcio non è sempre una scienza esatta, ma non è un calo di condizione perchè abbiamo corso e lottato sempre, sono state delle partite particolari. Sembra di essere tornati alla mia prima fase qui all’Inter: facciamo tanto e al primo errore prendiamo gol. Il nostro è un campionato di alti e bassi, noi lavoriamo per trovare continuità e dare soddisfazioni ai tifosi ed al presidente”. Per quanto riguarda i rumors sul suo futuro e la presunta scarsa motivazione dei giocatori il tecnico nerazzurro spiega che “siamo sempre tutti sotto esame, sia io che i giocatori, perciò abbiamo lo stimolo per dare tutto se crediamo nel nuovo progetto Inter e farne parte in futuro”.

FORLAN, SNEIJDER, ZARATE – Durante la conferenza stampa mister Ranieri si è soffermato a parlare di alcuni singoli, a partire da Julio Cesar, convocato nonostante non sia al top: “Non vuol mollare e vuole esserci anche domani, da apprezzare il suo gesto. Forlan? Sta meglio dell’altro giorno, ma non possiamo aspettarci che risolva tutto da solo, ha bisogno di tempo per ritrvare il ritmo e l’affiatamento coi compagni, ma è pronto per essere titolare. Sneijder contro il Novara è stato molto importante: si è smarcato, si è fatto dare tanti palloni ed ha tirato tantissimo, più di tutti nell’ultima giornata di Serie A. Spero che al più presto possa centrare la porta. Alvarez? A fine anno faremo il bilancio, se avrà fatto bene sarà confermato: è un gran bel giocatore e sta facendo dei passi da gigante, ma domani non ci sarà per un problema al ginocchio. Zarate è un fenomeno ma non riesce ad ingranare col sistema, è un po’ anarchico: da lui mi aspetto tanto perchè è capace di saltare l’uomo, fare l’assist ed i gol e presto tornerà utile. Mentalmente non è a pezzi, ha stima mia e della squadra”.

POLEMICA CONTE E TERZO POSTO – Stanno facendo molto discutere (e ad alcuni molto ridere) le dichiarazioni di Antonio Conte che si è scagliato contro l’arbitro nel match di ieri contro il Parma: “Se hanno paura di dare i rigori alla Juve all’Inter hanno terrore! – replica Ranieri – Contro il Novara non ce l’hanno dato ma sono stato zitto, io mi arrabbio quando vedo che l’arbitro non ha la partita in pugno: poi il singolo episodio si può sbagliare e contro di noi quest’anno hanno sbagliato tanto… Non sono d’accordo con Conte, ma l’importante è che arbitro e designatore non si facciano influenzare da chi alza la voce“. Infine una battuta sulla corsa al terzo posto: “Quando parlo di campionato pazzo non mi riferisco solo all’Inter: tutte hanno rallentato quindi c’è ancora spazio e questo ci fa rabbia da una parte e dall’altra ci fa piacere perchè ci tiene ancora in corsa“.