Inter > Inter News > Inter, Thiago Motta: “Con la cessione di Eto’o si è chiuso un ciclo”

Inter, Thiago Motta: “Con la cessione di Eto’o si è chiuso un ciclo”

Thiago Motta - Getty Images

MERCATO INTER THIAGO MOTTA/ PARIGI (FRANCIA) – La cessione di Thiago Motta al Psg è ritenuta da molti come una delle cause del tracollo dell’Inter. Il centrocampista italo-brasiliano era una delle colonne portanti della squadra di Ranieri: “Quando un giocatore sente di cambiare non deve pensarci troppo – ha dichiarato il giocatore alla ‘Gazzetta dello Sport’ – con la cessione in estate di Eto’o, si è chiuso un ciclo“.

EFFETTO CHAMPIONS – “Sono convinto che la crisi della squadra non influirà nella gara contro il Marsiglia. La squadra di Deschamps è forte ma già in passato i nerazzurri hanno saputo affrontare momenti ben più duri. Credo che la squadra ce la farà”. Non sarà facile in campionato recuperare posizioni e raggiungere il terzo posto: “Molto difficile sicuramente. Non solo perchè l’Inter non è al top, ma anche perchè davanti ci sono squadre che stanno facendo meglio”. La sfida di Champions a questo punto sarà decisiva: “Qualificarsi ai quarti potrebbe essere importante per il morale“.

NUOVA VITA – “Avevo bisogno di altri stimoli, di cambiare aria. Credo che quando un giocatore senta il bisogno di nuove motivazioni non debba pensarci un solo istante. All’Inter avevo chiuso un ciclo, bello e ricco di successi, di questo ne parlai anche col presidente Moratti. Sia a livello personale che per la stessa società nerazzurra, credo sia stata fatta la cosa migliore“.

RIFONDAZIONE – “La cessione di Eto’o in estate ha chiuso un ciclo straordinario. Lui era un campione unico, faceva la differenza in qualsiasi momento. Fortunatamente adesso Milito ha ritrovato la forma migliore, il ‘Principe’ è un giocatore importante per la squadra. Da fuori poi non è nemmeno giusto parlare, rifondare la squadra non credo sia tanto facile. Ci vorrà del tempo e soprattutto dirigenti in grado d’impostare un nuovo corso”.

MARSIGLIA – “I francesi stanno bene, sono un’ottima squadra. Hanno tanti giocatori forti fisicamente e attaccanti di grandi qualità. L’Inter potrà impostare la gara sulle ripartenze, i nerazzurri sono una squadra brava a chiudersi in difesa e a restare compatti“. Un pronostico: “Sono alla pari, cinquanta a cinquanta”.

 

Raffaele Amato