Inter > calciomercato Inter > Calciomercato, Materazzi: “L’Inter mi manca! Non fu solo Leonardo a mandarmi via…”

Calciomercato, Materazzi: “L’Inter mi manca! Non fu solo Leonardo a mandarmi via…”

Marco Materazzi - Getty Images

CALCIOMERCATO INTER, PARLA MARCO MATERAZZI / MILANO – Marco Materazzi ha rappresentato l’Inter per dieci anni, l’impegno e la determinazione per la causa nerazzurra non sono mai mancate, fino a quando l’estate scorsa il rapporto con la società si è interrotto, forse in maniera brusca e inaspettata: “Credevo che la scelta di mandarmi via fosse dipesa soltanto da Leonardo – ha dichiarato alla ‘Gazzetta dello Sport’ – ma quando il tecnico se ne andò capii che lui non era l’unico responsabile. In società ci fu qualcuno che appoggiò la scelta del brasiliano”. Nei mesi successivi all’addio si parlò di un possibile incarico extra calcistico per Materazzi, cosa che poi non avvenne: “Evidentemente non c’è un ruolo che possa adattarsi a me. Con il presidente ho parlato una settimana fa: se in futuro ci dovesse essere qualche possibilità per un mio ritorno, la mia disponibilità sarà totale“. Il rapporto dell’ex nerazzurro con i tifosi è splendido, così come con i suoi ex compagni di squadra: “L‘Inter mi manca moltissimo, anche i tifosi mi dicono la stessa cosa. Se fosse dipeso dai giocatori, io sarei rimasto sicuramente. Forse non ero più buono per giocare, o forse creavo casini nello spogliatoio…”. Quando i tifosi invocavano la presenza di un uomo forte in società, forse era un modo per richiamare a gran voce il ritorno del loro ex idolo: “Dopo il gol preso in fuorigioco di due metri contro il Catania, io qualcosa l’avrei detta. Al Milan quando accadono queste cose, c’è Galliani subito pronto a lamentarsi”. La stagione negativa è dipesa soprattutto dagli errori fatti in sede di calciomercato: “Pensare che Alvarez fosse il nuovo Kakà, Castaignos il nuovo Henry e Jonathan il nuovo Maicon è stato fare un torto anzitutto a loro. Ho sempre elogiato Branca quando faceva le scelte giuste, ma credo che ora lui debba fare un mea culpa“.

 

R.A.