Inter > Inter News > dal campo > Champions League, Inter-Marsiglia 2-1: vittoria inutile, stagione fallimentare

Champions League, Inter-Marsiglia 2-1: vittoria inutile, stagione fallimentare

Inter-Marsiglia 2-1 - Getty Images


CHAMPIONS LEAGUE, INTER-MARSIGLIA 2-1 / MILANO – Zero titoli. Dopo sette stagioni di successi l’Inter incappa in un’annata nerissima che la vede fuori da ogni competizione ed ogni traguardo con due mesi di anticipo. La vittoria 2-1 contro il Marsiglia non serve infatti a proseguire l’avventura in Champions League, ma a parte la sfortuna di subire di nuovo gol nei minuti di recupero (peraltro viziato da un fallo), la squadra di Ranieri ha fatto poco per passare il turno. Dopo un avvio timido i nerazzurri creano due occasioni clamorose intorno al decimo minuto: prima Zanetti scappa sulla destra e mette in mezzo per Sneijder che da pochi passi e col portiere per terra calcia addosso ad un difensore, poi il pallone colpisce Mandanda ma non entra. Subito dopo l’olandese crossa dalla destra per Milito che da un metro di petto devia ma trova il portiere transalpino sulla sua strada. Arrembaggio? No, è un fuoco di paglia. Passata la paura la squadra francese prova a rendersi pericolosa con un colpo di testa di Remy che termina a lato e poi si limita a contenere grazie ad un atteggiamento poco sportivo con continue perdite di tempo ingiustificate, aiutato dall’arbitro Proença che fischia ogni minimo contatto e soprattutto da un’Inter poco reattiva, che arriva sempre seconda sul pallone. La ripresa inizia sulla stessa falsariga ed anzi il Marsiglia va vicino al gol con un colpo di testa di Diawara neutralizzato in corner da Julio Cesar. Ad un quarto d’ora dal termine arriva il vantaggio nerazzurro: sugli sviluppi di un calcio d’angolo Pazzini si fa ribattere il tiro da un avversario, ma sul rimpallo la palla finisce a Milito che trova la zampata vincente. Dieci minuti dopo Maicon prova a sorprendere Mandanda con un calcio di punizione da posizione molto defilata che il portiere transalpino alza in corner. Come all’andata al 92′ l’Inter prende gol: da un lungo lancio Brandao si libera di Lucio con un fallo che l’arbitro non ravvisa e l’attaccante brasiliano batte col sinistro Julio Cesar. Subito dopo Pazzini scarta Mandanda che lo atterra: è rigore e secondo giallo per l’estremo difensore dal Marsiglia. Dal dischetto lo stesso Pazzini segna, ma non basta. L’Inter vince ma esce dalla Champions League, a metà marzo non ci sono già più obiettivi per i nerazzurri: stagione fallimentare.

INTER-MARSIGLIA 2-1
75′ Milito (I), 92′ Brandao (M), 96′ rig. Pazzini (I)

INTER (4-3-1-2) Julio Cesar; Maicon, Lucio, Samuel, Nagatomo; Zanetti, Stankovic, Poli (74′ Cambiasso); Sneijder (58′ Obi); Forlan (58′ Pazzini), Milito. All. Ranieri

MARSIGLIA (4-2-3-1) Mandanda; Azpilicueta, Diawara, N’Koulou, Morel; Diarra, Mbia; Amalfitano, Valbuena (76′ Cheyrou), A. Ayew (95′ Bracigliano); Remy (87′ Brandao). All. Deschamps

Arbitro: Proença (Portogallo)

Note: espulso al 93′ Mandanda per doppia ammonizione. Ammoniti Zanetti, Samuel, Stankovic (I), Diawara, Mandanda (M)