Inter > Inter News > Inter, Stankovic: “Tifosi voto 12, col Marsiglia abbiamo dato tutto”

Inter, Stankovic: “Tifosi voto 12, col Marsiglia abbiamo dato tutto”

Dejan Stankovic - Getty Images

INTER, PARLA STANKOVIC / MILANO – In attesa della puntata di questa sera su Inter Channel della trasmissione ‘Prima Serata’, il sito ufficiale nerazzurro  riporta una stralcio delle parole del centrocampista Dejan Stankovic: “Se penso a quello che ho provato martedì sera mi vengono ancora i brividi – dichiara il serbo – A fine gara, distrutto dalla fatica e dalla delusione, ho alzato la testa vedendo la gente applaudirci… aveva capito che avevamo dato tutto contro il Marsiglia. Per questo gli ho voluti ringraziare perchè ci hanno spinto fino alla fine, nonostante le loro giuste arrabbiature durante la striscia negativa. Non potevo far altro che un inchino sotto la Curva Nord e ho allargato le braccia, per fagli capire che avevamo dato davvero tutto. Il gol di Brandao? A dir poco incredibile, sia per come è nato che per l’esecuzione. Nove su dieci gli arbitri fischiano il fallo sul difensore, anche quella leggera spinta ai danni di Lucio; purtroppo è un anno storto, ma ora dobbiamo lottare per salvare la stagione e finirla nel migliore dei modi, il terzo posto è ancora possibile. Moratti? Ho tanta fiducia in lui, ha sempre avuto, e ha ancora, voglia di vincere e ce l’ha sempre trasmessa. Ai critici dico che non mollerà un centimetro, ve ne accorgerete a giugno. In tanti anni in nerazzurro ho visto passare da Appiano tanti giocatori, e tutti hanno sempre dato il massimo; si possono fare scelte giuste e scelte sbagliate, ma Moratti è il migliore che c’è, il presidente numero uno al mondo“.

Stankovic rivive anche le vittorie dello splendido ciclo nerazzurro di questi anni: “Queste vittorie resteranno indimenticabili per me e per tutti gli interisti. Questi anni li racconterà meglio la storia, perchè forse non ce ne rendiamo ancora conto di aver vinto tutto, non bisogna dimenticarlo questo. Questi momenti difficili ti fanno salire ancor di più la voglia di rifarsi, di non mollare. Occorre lavorare su noi stessi e avere equilibrio nelle vittorie e nelle sconfitte”.

 

Giacomo Indiveri