Inter > Inter News > Serie A, Inter-Milan 4-2: tris di Milito e magia di Maicon, il derby è ancora nerazzurro

Serie A, Inter-Milan 4-2: tris di Milito e magia di Maicon, il derby è ancora nerazzurro

Il rigore di Milito - Getty Images

SERIE A, INTER-MILAN 4-2/ MILANO – Milano è ancora nerazzurra! Nonostante un arbitraggio di Rizzoli da codice penale, infatti, l’Inter si aggiudica ancora il derby battendo 4-2 il Milan dopo l’1-0 dell’andata. Dopo dieci minuti di studio la prima occasione capita ai rossoneri con Ibrahimovic che manda incredibilmente alto da due passi su assist di Robinho. Subito dopo arriva il vantaggio nerazzurro: calcio di punizione di Sneijder dai 40 metri, sponda di Samuel per Milito che sotto misura mette dentro. Sugli sviluppi di un altro calcio piazzato di Sneijder respinto da Abbiati arriva il raddoppio di Lucio, ma il gol viene giustamente annullato per fuorigioco. Alla mezz’ora Cambiasso colpisce di testa su calcio d’angolo e il portiere milanista ribatte quando il pallone era probabilmente entrato tutto, ma l’arbitro Rizzoli non concede la rete. Poco prima dell’intervallo il fischietto bolognese regala un rigore assolutamente inesistente al Milan, punendo una grande uscita di Julio Cesar che prende solo il pallone su Boateng. Dal dischetto Ibrahimovic trasforma l’undicesimo rigore stagionale contro i nerazzurri. L’Inter si innervosisce e dopo appena 30 secondi della ripresa subisce il sorpasso rossonero ancora con Ibrahimovic che sfrutta il velo di Boateng e trafigge il portiere nerazzurro con un tocco sotto. Subito dopo Sneijder si inventa un tiro da centrocampo che Amelia salva in corner. Sugli sviluppi del corner Yepes affossa Samuel mentre Muntari lo sgambetta, ma il fenomeno Rizzoli riesce a non concedere il rigore. Ma quando Abate abbraccia da dietro Milito, nemmeno Rizzoli può esimersi dal concedere la massima punizione: dagli undici metri lo stesso Principe trasforma. Il Milan ha l’occasione per riportarsi subito avanti, ma Muntari devia a lato da ottima posizione sul colpo di testa di Ibrahimovic. A metà ripresa Abate da una parte e Sneijder dall’altra provano a impensierire i portieri avversari senza riuscirci. A dieci minuti dal termine Nesta colpisce di mano in area su colpo di testa di Pazzini ed è di nuovo rigore: Milito cambia angolo ma fa nuovamente centro. Ma non è ancora finita, c’è tempo per il poker firmato da Maicon che segna un gol dei suoi con un grandissimo destro da fuori area che finisce sotto l’incrocio dei pali. Per il terzo posto serve un miracolo all’ultima giornata, ma almeno l’Inter si congeda dai propri tifosi con una grande prova e un altro derby.

INTER-MILAN 4-2
14′ Milito (I), 44′ rig. e 46′  Ibrahimovic (M), 52′ rig. e 80′ rig. Milito (I), 87′ Maicon (I)

Inter (4-3-2-1) Julio Cesar; Maicon, Lucio, Samuel, Nagatomo; Zanetti, Cambiasso, Guarin (62′ Obi); Sneijder (84′ Cordoba), Alvarez (75′ Pazzini); Milito. All. Stramaccioni

Milan (4-3-1-2) Abbiati (35′ Amelia); Abate, Nesta, Yepes, Bonera (22′ De Sciglio); Nocerino, Van Bommel, Muntari (78′ Cassano); Boateng; Ibrahimovic, Robinho. All. Allegri

Arbitro: Rizzoli di Bologna

Note: ammoniti Julio Cesar, Zanetti, Alvarez (I), Nocerino, Abate, Van Bommel (M)