Inter > Inter News > Calciomercato Inter, da Lavezzi a Destro: i sogni e le manovre d’inizio estate

Calciomercato Inter, da Lavezzi a Destro: i sogni e le manovre d’inizio estate

Ezequiel Lavezzi (Getty Images)


CALCIOMERCATO INTER LAVEZZI DESTRO STRAMACCIONI / MILANO – La conferma di Stramaccioni, annunciata dal presidente Moratti appena due giorni fa, apre finalmente a degli scenari di mercato, alcuni già visti o già sentiti, altri invece caratterizzati da nomi nuovi più o meno raggiungibili.

AFFARE LAVEZZI – Come noto, l’Inter sta lavorando a fari accesi su Ezequiel Lavezzi: l’attaccante argentino piace al numero uno nerazzurro e a Strama, il quale ritiene il Pocho un elemento in grado di poter fare la differenza, soprattutto nella sua idea di calcio, oltrechè sotto l’aspetto tattico. Per portare Lavezzi a Milano, Moratti pare stia trattando ad ampio raggio col presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, uno a cui non è facile strappare giocatori a basso prezzo. La prima offerta della società di Corso Vittorio Emanuele è stata di circa 15 milioni di euro, cash in aggiunta a due contropartite tecniche, ossia Pandev e il giovane Faraoni. La risposta del club azzurro è stata ‘Si può fare, ma noi vogliamo Ranocchia‘. Ed ecco che la trattativa ha subito una prima fase di stallo. Moratti e Strama però, vogliono fortemente l’argentino, tanto che nell’affare con i campani avrebbero o vorrebbero inserire Giampaolo Pazzini, non molto felice di rimanere a Milano anche la prossima stagione, sempre stando alle indiscrezioni riportate in questi giorni. Bisognerà capire quale sarà la risposta del produttore cinematografico: Pazzini piace, ma l’ingaggio assai oneroso potrebbe stoppare la questione, a meno che l’Inter non si convinca a lasciar partire Ranocchia, anche lui incerto se restare o meno in nerazzurro, visto che la coppia Lucio-Samuel per ora sembra intoccabile.

DESTRO SI’, DE JONG E CAPOUE FORSE – Le manovre della Beneamata proseguono sempre sul fronte attacco: l’obiettivo numero due per il reparto offensivo resta Mattia Destro, cresciuto nella Primavera dell’Inter, ma rilanciatosi in pompa magna nell’ultima stagione vissuta in quel di Siena, sotto l’ala protettrice di Giuseppe Sannino, tecnico che ha ciecamente creduto nelle qualità del ragazzo nato ad Ascoli 21 anni fa. Per riportare il figliol prodigo a Milano, Moratti dovrà cercare di convincere Preziosi, presidente del Genoa nonché proprietario del cartellino del giovane attaccante: il numero uno dei Grifoni vorrebbe tenere Destro almeno per un’altra stagione – stando almeno alle sue dichiarazioni – ma visto il passato del re dei giocattoli, con un bel po’ di euro, almeno 8-10 milioni, l’affare potrebbe giungere a conclusione senza troppi affanni. Dall’attacco al centrocampo, i due obiettivi principali sono de Jong – in scadenza nel 2013 col Manchester City – per il quale basteranno poco più di 8 milioni di euro, ed Etienne Capoue, l’ultima idea della dirigenza interista. Per il giovane classe ’88 del Tolosa ci sarà da battere la concorrenza di molti club, che inevitabilmente farà aumentare il costo del suo cartellino, per ora fermo attorno ai 10 milioni di euro. Sembrano invece ipotesi irrealistiche quelle di Tioté del Newcastle (il club inglese a gennaio rifiutò una ricca offerta del Chelsea, ndr) e Ander Iturraspe, classe ’89 dell’Athletic Bilbao, che difficilmente lo lascerà partire la prossima estate.

 

Raffaele Amato