Inter > Inter News > Inter, da Novara a Napoli: è l’anno dei rimpianti

Inter, da Novara a Napoli: è l’anno dei rimpianti

Il rammarico degli interisti - Getty Images

INTER, ANNO RIMPIANTI / MILANO – Finalmente la stagione 2011/12 è finita. L’avranno pensato in molti ieri sera al fischio finale di Lazio-Inter. L’annata si è conclusa come era iniziata, con una sconfitta: dalla Supercoppa Italiana, alla prima di campionato e del girone di Champions League è stato un susseguirsi di passi falsi incredibili per l’Inter, che ha totalizzato ben 18 punti in meno della passata stagione. E, calendario alla mano, è una collezione di rimpianti. A differenza degli scorsi anni, in cui servivano almeno una settantina di punti per arrivare terzi, quest’anno all’Udinese ne sono bastati 64, sei in più dei nerazzurri. Sei punti che potevano essere conquistati facilmente se si considera che contro il Novara retrocesso e con un organico mediocre sono arrivate due sconfitte. Ma non solo: tornano alla mente il clamoroso 4-4 casalingo col Palermo che prima di allora aveva segnato solo due gol in trasferta; il furto subito da Rocchi a ‘San Siro’ contro il Napoli e l’errore clamoroso di Pazzini all’ultimo minuto al ritorno che sarebbe valso il pareggio; i rigori sbagliati dallo stesso Pazzo contro l’Udinese e da Milito contro l’Atalanta; fino ai recenti incredibili black-out nei secondi tempi contro Parma e Lazio

Il tifoso ragionevole sa che un’annata totalmente negativa può capitare dopo sette stagioni di successi. Ma altrettanto ragionevolmente si aspetta che dalla prossima si torni a vedere un’Inter vincente, che lotti per i vertici in Italia ed in Europa League. Già, perchè stavolta i nerazzurri parteciperanno alla seconda manifestazione continentale, che andrà comunque onorata per tanti motivi: dal prestigio della società al mantenimento di un alto ranking Uefa fino alla possibilità di essere la prima squadra a vincere il trofeo per la quarta volta ed avere la possibilità di rigiocare la Supercoppa Europea. Chi più, chi meno sono tutti colpevoli: il prossimo anno deve essere quello del riscatto.

M.R.