Inter > calciomercato Inter > Calciomercato Inter, la Juventus piomba su Ranocchia: ecco l’offerta

Calciomercato Inter, la Juventus piomba su Ranocchia: ecco l’offerta

Andrea Ranocchia - Getty Images

CALCIOMERCATO INTER JUVENTUS OFFERTA RANOCCHIA / TORINO – La Juventus è, almeno per ora, la regina del mercato. Siamo appena all’inizio, questo è vero, ma il club bianconero ha già messo a segno due colpi importanti, vale a dire Isla e Asamoah. Soprattutto, la società torinese è in piena lotta con l’Inter sul fronte Destro, tanto che il valore del cartellino del giovane attaccante sembra sia salito alle stelle (oltre 12 milioni di euro, per la gioia di Preziosi). La notizia clamorosa di quest’oggi – riportata da ‘Tuttosport’ – racconta di un’offerta presentata da Marotta per il difensore nerazzurro Andrea Ranocchia. Da stella dell’Italia e dell’Inter, a riserva delle riserve. La parabola discendente del difensore umbro è iniziata con la prima sconfitta della Beneamata a Palermo (del campionato appena concluso) e, si spera, sia finita con la mancata convocazione all’Europeo. La Juventus fa sul serio, e pare, che per Ranocchia abbia offerto ben 10 milioni di euro. Conte lo stima fin dai tempi dell’Arezzo, ma anche a Milano non sono da meno. Stramaccioni vuole, e forse deve, puntare su di lui, per il presente ma anche per l’avvenire. Lucio è sul viale del tramonto nonché verso Istanbul, Samuel ha 34 anni. Di meglio in giro non ce n’è. In fin dei conti, a Ranocchia basterebbe ritrovare fiducia nei propri mezzi per tornare quello di due stagioni fa. E’ incedibile per l’Inter, questo lo sanno anche a Torino. A meno di clamorose proposte dall’estero. A Manchester c’è un certo Mancini, che lo stima e lo apprezza. Il manager degli inglesi avrebbe tre carte in più da giocare rispetto al club bianconero: molti più soldi da spendere sul mercato, e quindi più cash da investire su Ranocchia (valutato non meno di 20 milioni), Kolarov, oggetto del desiderio della società nerazzurra, e, particolare da non trascurare, l’assenza di rivalità sportiva tra Inter e Manchester City. Un fattore non di poco conto, oggi.

 

Raffaele Amato