Inter > Inter News > Neftci-Inter 1-3, le pagelle: super Coutinho, bene anche Guarin e Obi

Neftci-Inter 1-3, le pagelle: super Coutinho, bene anche Guarin e Obi

Fredy Guarin (Getty Images)


NEFTCHI-INTER 1-3, LE PAGELLE / BAKU (Azerbaijan) – Un’Inter giovane ma spietata vince senza troppi patemi in Azerbaijan, in casa del modesto Neftchi Baku, con una prestazione convincente, nonostante i tanti big rimasti a casa. Partita chiusa già nel primo tempo, grazie ai gol di un grandissimo Coutinho (il migliore in campo in assoluto), di Obi, al rientro dopo 4 mesi da un brutto infortunio, e di Livaja, al secondo centro consecutivo in Europa League. Ottima gara anche di Fredy Guarin, che entra in tutti i gol interisti e che guida il centrocampo da vero leader. Nei padroni di casa, che a stento riescono a mantenere il campo contro i ben più blasonati avversari, disastrosi i centrali difensivi, mentre il terzino brasiliano Bertucci si distingue per intraprendenza nella ripresa. Il gol azero è del cileno Canales.

NEFTCHI
Stamenkovic 5,5 – Impreciso in occasione del primo gol dell’Inter. I quattro che gli giocano davanti non sono certo dei portenti e, di conseguenza, vive la gara in costante apprensione.
Shukurov 6 – Come Bertucci dall’altra parte, non disdegna, specialmente nel secondo tempo, folate offensive che creano qualche grattacapo al terzetto difensivo dell’Inter.
Mitreski 5 – Sempre impreciso e in apprensione quando puntato e preso d’infilata dagli inserimenti degli avanti interisti.
Yunuszade 5 – Disastroso in occasione del primo gol interista, quando sbaglia i movimenti sul fuorigioco, consentendo a Guarin di inserirsi senza problemi.
Bertucci 6 – Dopo un primo tempo negativo, diventa nella ripresa uno dei più positivi, quando inizia a macinare metri sulla propria fascia rendendosi insidioso con disimpegni veloci e cross precisi.
Sadigov 6 – Fra i due di centrocampo del Neftci è quello che riesce meglio a coniugare qualità e quantità.
Ramos 5,5 – Si vede poco in fase di impostazione e, quando attaccato, va spesso in crisi.
Wobay 5,5 – Prova a farsi vedere con qualche discesa, ma contro Juan Jesus la vita è davvero dura.
Nurahmadov 5 – Non riesce praticamente mai a imbeccare con la giusta precisione Canales e conclude il primo tempo con una prestazione apatica e impalpabile. Dal 45′ Seyidov 5,5 – rispetto al compagno sostituito non riesce a dare quel qualcosa in più che gli chiede l’allenatore, anche se il suo ingresso coincide con il momento positivo della sua squadra nell’arco dei 90′.
Flavinho 5 – Nonostante Jonathan non sia proprio insuperabile, spesso si nasconde e il suo apporto alla manovra offensiva è praticamente nullo,come del resto la sua reazione.
Canales 6 – La sufficienza è per l’impresa di aver segnato un gol all’Inter. Sicuramente, Nonostante una partita non proprio indimenticabile, ricorderà sicuramente questa serata.
All. Hajiyev 5,5 – La sua squadra fa quel che può,anche se l’organizzazione difensiva è da rivedere. C’è l’impegno e la dedizione alla causa, la qualità un po’ meno.
INTER
Handanovic 6 – Incolpevole sul gol, per il resto una partita senza particolari patemi per lui. In attacco gli azeri sono poca cosa e la sua prestazione ne giova.
Silvestre 6 – Partita disputata con diligenza, senza strafare: quello che ci voleva per guadagnare punti agli occhi di Stramaccioni.
Cambiasso 6 – Impiegato in difesa, ma la musica non cambia: gioca con la consueta intelligenza e inizia l’azione nerazzurra sempre con tranquillità e ottima visione di gioco.
Juan Jesus 6 – Sta acquistando sempre più fiducia nei disimpegni e nelle giocate. L’atteggiamento è quello di un futuro leader. Anche se in occasione del gol avversario si perde colpevolmente Canales, che così punisce Handanovic.
Jonathan 5,5 – Un’altra prova incolore e poco precisa in entrambe le fasi. Stasera era l’occasione giusta per riemergere. L’ha parzialmente fallita.
Guarin 7 – Entra in tutti i gol dell’Inter. Si è preso in campo il centrocampo nerazzurro e ha illuminato le azioni offensive della squadra di Stramaccioni. Dal 82′ Gargano s.v – Qualche minuto per gestire palla e dar respiro a un grande Guarin.
Mudingayi 6 – Dopo aver assaggiato il campo di qualche giorno fa, torna da titolare e lo fa con ordine e la solita grinta, anche se il compito è facilitato dalla pochezza avversaria.
Obi 6,5 – Ottima gara di quantità. Un rientro importante per il centrocampo dell’Inter dopo 4 mesi, bagnato da un gol meritato per professionalità e che gli darà sicuramente una spinta decisiva per il proseguo della stagione. Dal 64′ – Ranocchia 6 – Una mezz’ora ordinata e senza particolari sofferenze.
Pereira 6,5 – Sempre presente in avanti quando deve appoggiare l’azione offensiva e attento dietro. Entra nella maggior parte delle manovre pericolosi dei nerazzurri.
Coutinho 7,5 – Un incubo costante per i legnosi difensori azeri. Colpi di classe, un gol e tante azioni di velocità e tecnica. Lasciarlo in panchina nel prossimo futuro per Strama non sarà un compito facile. Dal 75′ Garritano 6 – Qualche buona giocata per prendere confidenza con i grandi palcoscenici. Il talento c’è e si vede.
Livaja 6,5 – A parte nei minuti finali in cui accusa un po’ di stanchezza, una gara di grande sostanza: con Coutinho riesce a imbastire bei dialoghi nello stretto e, inoltre, sa proteggere palla e sgomitare con i centrali avversari.
All. Stramaccioni 6,5 – Manda coraggiosamente in campo una squadra con qualche big e tanti giovani che non lo tradisce e che centra il sesto successo in 6 trasferte stagionali. Se c’era un modo per non sprecare troppe energie in vista del derby, questo era uno dei migliori. La sua truppa arriva alla sfida col Milan con tanta fiducia e una quadratura che aumenta ogni giorno di più.

Arbitro Blom (OLA) 5 – Un netto rigore negato a Coutinho nel primo tempo ed eccessiva fiscalità, sia nella gestione dei cartellini, sia nel fischiare al minimo contatto. Lo spettacolo in campo ne risente inevitabilmente.