Inter > Inter News > Milan-Inter: le moviole vergognose e la memoria corta di Allegri…

Milan-Inter: le moviole vergognose e la memoria corta di Allegri…

Allegri minaccia Valeri - Getty Images


MILAN-INTER MOVIOLA PROTESTE ALLEGRI / MILANO – Il derby di ieri sera va ricordato per la grande impresa dell’Inter che, in 10 per tutto il secondo tempo, ha concesso pochissimo al Milan, portando a casa un successo che, in appena sette giornate, disegna una classifica imbarazzante per i rossoneri a -8 dai nerazzurri e a +2 dalla retrocessione. Eppure in molti, Allegri in primis, vorrebbero spostare l’attenzione sull’arbitraggio di Valeri e sui suoi presunti favori alla squadra di Stramaccioni. Le moviole dei principali quotidiani sportivi nazionali puntano il dito soprattutto sulla rete di Montolivo non convalidata per fallo di Emanuelson su Handanovic. Ebbene: a parte che non si può parlare di gol annullato giacchè il fischio dell’arbitro arriva nettamente prima che la palla entri, dalle immagini è chiarissimo che il portiere sloveno si rialza per parare ma non tenta nemmeno l’intervento avendo sentito il fischio del direttore di gara. Inoltre, qualora Valeri non avesse giudicato falloso l’intervento del milanista e Handanovic non fosse riuscito a parare il tiro di Montolivo, il gol sarebbe stato comunque da annullare per fuorigioco attivo di Emanuelson che si trova davanti all’estremo difensore interista. Di sicuro il primo errore del fischietto romano è stato quello di non cacciare dal campo Allegri, reo di avergli gridato di tutto in faccia dopo appena 2 minuti di gioco. Errata anche l’espulsione di Nagatomo: il fallo di Yepes non è da giallo e quello per il fallo di mano è eccessivamente fiscale visto che il Milan stava continuando l’azione. Infine sarebbe stato scandaloso concedere il rigore per il contatto tra Samuel e Robinho, con il rossonero che si lascia cadere platealmente al minimo tocco dell’argentino.

A dir poco raccapricciante la reazione nel post partita di Allegri: nelle interviste il tecnico del Milan si lamenta perchè gli vengono fatte solo domande sulla partita e non sull’arbitro, creando un precedente unico nella storia del calcio con il suo “perchè non mi chiedete dell’arbitraggio? Sono 5 minuti che sono qui e nemmeno una domanda sull’arbitro…“. L’allenatore rossonero ha certamente la memoria corta e non ricorda cosa accadde nel derby dello scorso 6 maggio, con Rizzoli che non riuscì a vedere il gol di Cambiasso (Abbiati respinse il pallone oltre la linea) e regalò un rigore al Milan per farlo pareggiare. Quella volta Allegri non si lamentò perchè non gli avevano fatto domande sull’arbitro: l’Inter fu più forte anche dell’arbitro e vinse 4-2, questa volta l’arbitro non c’entra ma l’Inter ha vinto lo stesso.

Maurizio Russo