Inter > Inter News > dal campo > Europa League, Rubin Kazan-Inter 3-0: nerazzurri dicono addio al primo posto

Europa League, Rubin Kazan-Inter 3-0: nerazzurri dicono addio al primo posto

Salamon Rondon

EUROPA LEAGUE, RUBIN KAZAN-INTER 3-0 / KAZAN (Russia) – La giovane Inter non è ancora matura: è quanto si apprende dalle news Inter di questi giorni. Sconfitta 3-0 senza sfigurare sul campo del Rubin Kazan, la ‘formazione riserve’ di Stramaccioni, già qualificata, dice addio al primo posto del girone H di Europa League e passa il turno come seconda a prescindere dal risultato dell’ultima giornata contro il Neftchi. Bastano 90 secondi ai russi per portarsi in vantaggio: sul cross dalla sinistra di Kasaev il brasiliano Juan Jesus sfiora l’autogol mandando la palla sul pallo, il più lesto ad avventarsi sulla sfera è Karadeniz che ribadisce nella porta sguarnita. Col passare dei minuti i nerazzurri riescono a prendere le misure agli avversari e ad alzare il proprio baricentro, senza rischiare niente in difesa ma senza neanche impegnare mai Ryzhikov. La ripresa si apre con un tiro dalla distanza di Gargano alzato in corner dal portiere russo. Al 20′ gran pallone di Ranocchia per l’inserimento di Palacio il cui diagonale però si stampa sul palo interno e resta in campo. Ad un quarto d’ora dal termine bella azione personale di Coutinho dribbla tre avvesari, ma al momento del tiro viene contrato dalla difesa. A cinque minuti dal termine il Rubin Kazan trova il raddoppio con una azione nata da fallo laterale: lancio per Rondon che, in sospetto fuorigioco, si libera con una spinta di Donkor e trafigge Belec con un sinistro che bacia il palo e finisce in rete. Lo stesso centravanti venezuelano, in pieno recupero, sigla anche il terzo gol con una deviazione sotto misura su assist di Karadeniz. L’Inter sacrifica il primo posto del girone di Europa League sull’altare del campionato, lunedì sera potremo dire se ne è valsa la pena.

RUBIN KAZAN-INTER 3-0
2′ Karadeniz, 86′ e 92′ Rondon

Rubin Kazan (4-2-3-1): Ryzhikov; Kuzmin, Bocchetti, Sharonov, Ansaldi; Natcho, Orbaiz; Kasaev (61′ Tore); Eremenko (8′ Eduardo), Karadeniz; Dyadyun (59′ Rondon). All. Berdyev

Inter (3-5-1-1): Belec; Silvestre, Ranocchia (73′ Donkor), Juan Jesus; Jonathan, Romanò (46′ Zanetti), Gargano, Benassi, Pereira; Coutinho; Livaja (46′ Palacio). All. Stramaccioni

Arbitro: Skjerven (NOR)

Note: ammoniti Livaja, Gargano, Silvestre (I)