Inter > Inter News > Inter-Palermo, Zamparini: “Stramaccioni furbo, Palacio e Milito la forza dei nerazzurri. E Sneijder…”

Inter-Palermo, Zamparini: “Stramaccioni furbo, Palacio e Milito la forza dei nerazzurri. E Sneijder…”

Maurizio Zamparini - Getty Images

INTER-PALERMO ZAMPARINI / MILANO – Ultima chiamata per l’Fc Internazionale! Il treno da non perdere, con destinazione ‘zona alta della classifica’ sta per partire e la banda Stramaccioni non può permettersi altri passi falsi. A San Siro arriva il Palermo dell’ex Gasperini, il quale farà di tutto per mettere il bastone tra e ruote alla formazione nerazzurra. Possibile il colpaccio dei rosanero a San Siro? Certo! E’ la sicurezza di un Maurizio Zamparini, intervistato a ‘Radio Radio’. Il patron degli isolani a tutto campo: dal colpaccio al Meazza, alla forza dell’Inter, passando per Stramaccioni e Sneijder.

COLPO GOBBO A MILANO, LA FORZA DELL’INTER – Domani sarà l’occasione per affondare i nerazzurri?: “Se si può fare risultato a Milano? Sicuramente noi andremo a San Siro per provare a fare risultato, dipenderà molto dall’atteggiamento con cui scenderemo in campo. Io penso che Gasperini avrà preparato benissimo la partita, anche se ci mancano degli uomini importanti come Donati e Miccoli, che sono fondamentali in difesa e in attacco. Secondo me possiamo fare anche il colpaccio in casa dell’Inter, dipenderà da Dybala, speriamo che inventi qualcosa”. Per battere i nerazzurri basterà limitare la forza dell’Inter, che per il folkloristico presidente ha due nomi ben definiti: “La forza dell’Inter ha due nomi, Milito e Palacio: se riusciremo a imbrigliarli la partita per noi potrà scorrere bene”.

STRAMACCIONI E SNEIJDER –  Stramaccioni ha fatto piacere la difesa a ‘tre’, anche se per Zamparini la verità è un’altra: “Secondo me in nerazzurro c’è un clan di senatori che decide le sorti degli allenatori, Gasperini non era entrato in sintonia con questo gruppo ed è stato fatto fuori. Invece il furbo Andrea Stramaccioni è entrato nelle loro grazie e viene portato in palmo di mano da loro e quando un allenatore ha un sostegno del genere può allenare al meglio e trovarsi a suo agio”. Non manca l’osservazione del patron rosanero sul caso Sneijder: “È una vicenda un po’ sciocchina. L’Inter non ha pagato molto il cartellino ma gli ha garantito un ingaggio enorme ed oggi si ritrova con questo peso e cerca di ingolosire le squadre che potrebbero essere interessate all’olandese ,dicendo che lo vuole il Paris Saint-Germain. Io non penso che Ancelotti sia così balordo da pensare di sostituire Pastore con Sneijder”.

Luigi Perruccio