Inter > calciomercato Inter > Calciomercato Inter, il Pastore non protestante: “Sto bene al Psg, se arrivasse Sneijder…”

Calciomercato Inter, il Pastore non protestante: “Sto bene al Psg, se arrivasse Sneijder…”

Javier Pastore (Getty Images)

CALCIOMERCATO INTER PASTORE PSG SNEIJDER / PARIGI (Francia) – Uno, due, tre… stella! Antico gioco di bambini a tempo perso. Al tre ci si voltava, per chi in quell’istante si era mosso, eran cavoli amari. Il giochino potrebbe riproporsi anche nel calcio, il problema è che le stelle non ci son quasi più, oramai. Poche, a esser buoni. In Italia, un paio al massimo. Dai nostri cugini francesi, soltanto una: Zlatan Ibrahimovic, simpatico a nessuno, forse solo alla bella mogliettina. Lo svedese però appartiene ai grandi del calcio moderno, niente a che vedere con un altro calciatore del Psg, il cui nome sta riempendo le pagine di giornali, tv e siti internet. Javier Pastore, l’argentino che si crede ‘stella’, per rimanere in tema, ma che in realtà è accostabile, al massimo, alla categoria dei ‘vorrei ma non posso’ o alla sua affina ‘potrei ma non riesco’. Inter e Milan impazziscono per lui, così dicono. Meno il suo allenatore Ancelotti, che in carriera ha allenato fior di campioni, certamente migliori del Pastore pascolante, soprattutto in campo, pascolante. Ma al Pastore sta bene la situazione attuale, non si fa problemi della poca fiducia nei suoi confronti da parte di Mr. Carlò e Leonardò (francese alla Alberto Sordi). Il Pastore non protesta, anzi. Non lascia, almeno a parole, ma raddoppia: “Sono lusingato dell’interesse dei club italiani – ha dichiarato a ‘Sky Sport’ – Ma il mio futuro è qui in Francia, al Paris Saint Germain sto bene”. A Parigi potrebbe giungere molto presto Wesley Sneijder, un concorrente in più per una maglia da titolare. Non fa una grinza: “E’ un vincente, se dovesse arrivare tutta la squadra ne trarrebbe giovamento“. Intanto, il naso cresce. Come Pinocchio, il caro Pastore.

 

Raffaele Amato