Inter > Inter News > Inter, del Triplete è rimasto soltanto un ‘non argentino’

Inter, del Triplete è rimasto soltanto un ‘non argentino’

L'Inter del Triplete - Getty Images

INTER, GIOCATORI TRIPLETE 2010 / MILANO – Poco più di due anni e mezzo fa l’Inter saliva sul tetto d’Europa conquistando uno storico Triplete che non è stato più eguagliato da allora. Per alcuni sembra ieri, per altri sembrano passati secoli… ma tutti i tifosi nerazzurri ricordano a memoria la squadra di eroi che vinse tutto. Julio Cesar in porta; Maicon, Lucio, Samuel e Chivu in difesa; Zanetti e Cambiasso in mediana; Pandev, Sneijder ed Eto’o sulla linea di trequartisti e Milito centravanti. Questo l’undici titolare schierato da Mourinho nella finale di Champions League contro il Bayern Monaco. Con la cessione ufficiale di Sneijder di ieri al Galatasaray, i giocatori di quella formazione rimasti all’Inter sono diventati la minoranza: 5 su 11. Curioso (ma i maliziosi userebbero un altro termine più polemico) il fatto che, tranne il rumeno Chivu, gli altri sono tutti argentini… I tre brasiliani sono stati praticamente regalati: Julio Cesar e Maicon sono andati in Premier League per vestire le maglie di QPR e Manchester City, mentre Lucio dopo una breve e sfortunata parentesi alla Juve, è tornato in patria. Pandev è finito ad una diretta concorrente, il Napoli; mentre Eto’o è stato sacrificato sull’altare del fair play finanziario e si è trasferito in Russia. Tra gli altri protagonisti di quella stagione, è rimasto anche Stankovic, sebbene il serbo non giochi da diversi mesi causa infortunio; mentre il primo ad andare via fu Balotelli, tornato alla corte di Mancini, seguito poi da Thiago Motta che ha scelto i soldi del Psg e da Muntari che non ha cambiato città ma solo maglia, andando al Milan. C’era una volta… e non c’è (quasi) più.

M.R.