Inter > Inter News > Mercato Inter: la goccia che fa traboccare il vaso

Mercato Inter: la goccia che fa traboccare il vaso

Ezequiel Schelotto nella sua nuova casa di Como (foto twitter)

CALCIOMERCATO INTER CURVA ATALANTA CONTRO SCHELOTTO/ MILANO – Certezze non ce ne sono, ma molte strade, se non tutte, portano a lui. Oltre a tentare il colpo Paulinho, la società nerazzurra dovrà muoversi in fretta per cercare di regalare al suo tecnico Stramaccioni un esterno in grado di ricoprire entrambe le fasce con egual risultato. Il solo Nagatomo, tralasciando Zanetti e l’ultima appariscente prestazione del giapponese contro il Torino, non dà eccessive sicurezze all’allenatore nerazzurro, che dal canto suo una direzione alla società l’ha data in tempi non sospetti. L’obiettivo per la fascia è Ezequiel Schelotto, per il quale finora non è stato trovato un accordo economico con l’Atalanta. L’italo-argentino è uscito dai radar di Colantuono, mister dei bargamaschi, tanto che nell’ultima partita di campionato, contro il Milan, è stato costretto a guardare i suoi compagni dalla tribuna. Le sue esternazioni twitteriane, dei veri messaggi pro-Inter, non sono affatto piaciute alla società, né alla curva atalantina, che ha manfiestato il proprio dissenso nei suoi confronti pubblicando una vera e propria lettera minatoria sul proprio giornale: “Non ti sopportiamo più. Il tuo atteggiamento da superuomo, lo scarsissimo rendimento e il tuo nullo attaccamento alla maglia ci hanno stancato. La voglia di venire a Zingonia a prenderti a “pappine” è tanta, ma per il momento non vogliamo disturbare la squadra e l’allenatore: ma ti invitiamo a stare lontano dalla movida bergamasca, resta direttamente a Milano. In caso contrario corri, suda a testa bassa e fai il tuo dovere!“. Il comportamento poco encomiabile di Schelotto al di fuori del calcio giocato è stato rilevato già in passato, sarà sicuramente arrivato alle orecchie dei dirigenti nerazzurri. L’Atalanta chiede 8 milioni di euro per il suo cartellino: troppi, forse, per una riserva.

 

Raffaele Amato