Inter > Inter News > Inter-Milan, Palacio: “Tifosi, possiamo farcela. Stramaccioni sa che io…”

Inter-Milan, Palacio: “Tifosi, possiamo farcela. Stramaccioni sa che io…”

Rodrigo Palacio - Getty Images

INTER-MILAN, PARLA PALACIO / MILANO – “Abbiamo perso male a Firenze, però il derby è una partita così speciale che non c’entra niente con il resto del campionato”. Rodrigo Palacio si prepara alla super sfida di domani sera contro il Milan e in una intervista al ‘Corriere della Sera’ prova ad infiammare la piazza nerazzurra: “Non dico che vinceremo di sicuro, ma stiamo lavorando per fare una grande partita e per provare a vincere. I tifosi possono stare tranquilli: con un po’ di coraggio, ce la possiamo fare. Samuel, Milito e gli altri infortunati? Ci mancheranno la loro esperienza, la loro bravura, la loro capacità di interpretare il senso di un derby, ma l’Inter non si arrende. Senza alzare la voce, con serietà e serenità, daremo tutto quanto siamo in grado di esprimere in questo momento, perché non siamo certo quelli di Firenze: troppo brutti per essere noi”.

CALO DOPO LA JUVENTUS – L’attaccante argentino dell’Inter parla poi del calo che ha avuto la squadra dopo il grande successo in casa della Juventus: “A Torino abbiamo giocato una partita straordinaria: eravamo al massimo della condizione. Poi siamo calati, è fisiologico: ci è mancato un equilibrio di risultati e di rendimento; abbiamo avuto troppi alti e bassi. Non c’è nessuna colpa. Però la stagione non si è messa male. Nonostante qualche sconfitta di troppo, siamo a un punto dalla zona Champions, siamo in semifinale di Coppa Italia e ci siamo qualificati per l’Europa League. Gli obiettivi da centrare ci sono: io credo nel terzo posto e mi piacerebbe alzare una coppa, anche se è presto per questo tipo di promesse”.

DERBY DI GENOVA E RUOLO – El Trenza in Italia ha già giocato, oltre al derby di andata, quello di Genova. E spiega le differenze: “Quando escono i calendari, la prima cosa che si faceva (e si fa) a Genova è guardare la data dei due derby. Battere il Genoa o la Sampdoria è quasi tutto. A Milano, invece, il derby è importantissimo, ma deve sempre essere collocato in una prospettiva che comprende obiettivi più grandi: vincere il derby è fondamentale perché serve alla classifica”. Infine Palacio parla del suo ruolo in campo: “Stramaccioni sa che io sono teoricamente una seconda punta, ma so adattarmi a tutto, vista la situazione. Io, Cassano e Rocchi cerchiamo di non far sentire troppo l’assenza di Milito”.

M.R.