Inter > Inter News > Inter-Milan, conferenza Stramaccioni: “Il derby è tutto, vogliamo vincere! Su Cassano e Alvarez…”

Inter-Milan, conferenza Stramaccioni: “Il derby è tutto, vogliamo vincere! Su Cassano e Alvarez…”

Andrea Stramaccioni (Getty Images)

INTER-MILAN CONFERENZA STAMPA STRAMACCIONI / APPIANO GENTILE – Ancora imbattuto nel derby, da quando siede sulla panchina dell’Inter, Andrea Stramaccioni, nella stracittadina di domani sera, ha la seria possibilità di calare il tris al collega Massimiliano Allegri. Una partita che potrebbe contare molto anche per il futuro del tecnico nerazzurro, chiamato a rincorrere quel terzo posto, insidiato proprio dai rossoneri, in compartecipazione con la Lazio. Gara delicata che l’Inter vuole vincere a tutti i costi come lo stesso Stramaccioni afferma: “Sarà una grande partita, abbiamo una gran voglia di giocarla e fare bene. Giovedì abbiamo giocato una grande partita. Le sensazioni sono date dalla voglia di mettere in campo tutta la carica di girare i giudizi negativi accumulati nell’ultimo periodo”.

EVOLUZIONE TATTICA E CASSANO – Il tecnico nerazzurro, con l’assenza di Milito è stato costretto a varare nuove alternative: “Da un punto di vista dell’evoluzione tattica la squadra, ha sempre trovato una strada. Certo, alcuni episodi ci hanno messo in difficoltà, ma teniamo in considerazione che la nostra è una squadra nuova. Abbiamo 15 giocatori nuovi e dobbiamo cercare di trovare il giusto equilibrio. Con la difesa a tre avevamo inanellato ottimi risultati, poi le certezze della difesa a tre è venuta meno, vuoi per infortuni vuoi per gli avversari. Anche in attacco abbiamo dovuto cambiare tanto, perso un punto di riferimento come Milito ci porta a dover fare altre valutazioni tattiche. E’ innegabile che dobbiamo migliorare. Cassano? Per il bene dell’Inter e vincere il derby un allenatore deve fare tutte le valutazioni del caso. Non vuol dire che Cassano non giocherà, ma devo inserire la miglior formazione per vincere”.

MILAN FAVORITO, EUROPA LEAGUE, TIFO NERAZZURRO – I rossoneri, come detto anche dal presidente Moratti, sembrano essere in leggere vantaggio sui nerazzurri, anche se Stramaccioni non la vede esattamente così: “Il Milan viene dalla bella vittoria contro il Barcellona. Noi abbiamo giocato bene in Europa, per voi sono favoriti, secondo me è una gara equilibrata. Lo scorso anno insegna”. Al tecnico romano viene chiesto quanto sia stato importante giocare in Romania dopo Firenze e se l’Europa League cominci a pesare: “E’ stato importante giocarla e vincere. Dopo Firenze, dove abbiamo sbagliato tutto, in Romania abbiamo ritrovato la strada per preparare al meglio la gara di domani. Ci da la sicurezza di affrontare il derby alla grande. L’ Europa League è una competizione da rispettare. E’ innegabile tenere in considerazione il calendario. Giocare giovedì e poi domenica, soprattutto in emergenza di rosa, per noi è difficile anche in virtù del fatto che abbiamo tanti infortunati. Nessun alibi, però bisogna confrontarsi con la realtà. Stiamo onorando la competizione e se vogliamo continuare così va tenuto in conto il calendario”. Battuta legata anche all’importante apporto che ci si aspetta dai tifosi: “Quanto contano i tifosi? Sarà fondamentale, loro non ci hanno mai lasciato durante l’anno. L’ho letto anche nelle interviste dei ragazzi, c’è voglia di fare bene, di girare certi giudizi, abbiamo la semifinale di Coppa Italia, l’Europa League. Nella testa degli interisti c’è la voglia di aiutarci e di batterli”.

BRIVIDI DA DERBY, BALOTELLI, ALVAREZ –  Tra il derby dello scorso anno e l’ultimo vinto nell’attuale stagione, ritornano nella mente di Stramaccioni i moneti più belli di questa magnifica gara: “Per me è una grande emozione giocare il derby. Coreografia, storia, entusiasmo del pubblicoqueste partite non vedi l’ora di giocarle e soprattutto vincerle. Lo scorso anno il gol di Maicon è stato indimenticabile, in quanto una gara complicata è stata ribaltata dalla prodezza di “Maic”. I ricordi fanno parte del passato, concentriamoci per domani. Per me non è un esame. E’ una nuova occasione per fare bene. Con il presidente c’è un rapporto di stima reciproca. I miei calciatori ed il presidente sono la nostra forza”. Intanto domani ci sarà l’attesa per il grande ex Mario Balotelli: ” Balotelli è un giocatore forte, ma ce ne sono altri grandi campioni nel Milan. Sono due grandissime squadre in una città che vive di calcio. Speriamo di dare spettacolo come sempre. Consigli per i tifosi dell’Inter sui fischi a Balotelli? I tifosi non hanno bisogno di consigli”. Richky Alvarez sostituito in Romania: “Era una sostituzione sì in ottica derby ma anche per la sua gestione personale perché finalmente Ricky sta trovando una sua continuità. I convocati? Arriveranno domani, dopo l’ultimo allenamento, perché voglio prendermi tutto il tempo possibile. In questa gara sarà fondamentale il supporto dei giocatori di esperienza. Noi ne abbiamo sicuramente più di loro”.

Luigi Perruccio