Inter > Inter News > Mercato Inter, dall’sms di Messi al suo futuro: retroscena Cassano

Mercato Inter, dall’sms di Messi al suo futuro: retroscena Cassano

Antonio Cassano (Getty Images)

CALCIOMERCATO INTER SMS MESSI FUTURO CASSANO / MILANO – Sempre in copertina, comunque. Antonio Cassano è uno dei tanti divi italiani, il calciatore più amato e più detestato. In prima linea, nel bene o nel male. All’Inter ha convinto anche i più scettici nei primi tre mesi, poi il fisico e la testa non hanno retto più, tanto da farlo precipitare nell’inferno delle cassanate e nella mediocrità sportiva. Una luce si è riaccesa in lui nell’ultima sfida col Tottenham, forte abbastanza da far sperare in una più che positiva conclusione di stagione, con l’obiettivo terzo posto un bel po’ distante. La nascita del suo secondogenito potrebbe dargli una carica maggiore – a proposito di questo, tramite Zanetti gli è arrivato anche un sms di auguri da parte di Leo Messi, che ha particolarmente apprezzato il gesto di ‘FantAntonio’, il quale ha chiamato suo figlio Lionel, in onore proprio della ‘Pulce’ argentina -, ma a giugno la società nerazzurra, o forse l’ha già fatto, tirerà le somme e deciderà la sorte dell’attaccante barese, in gelidi rapporti con Stramaccioni dopo l’acceso diverbio di qualche settimana fa.

Con prestazioni di grande livello, assist e gol, Cassano potrebbe riconquistare la fiducia del tecnico nerazzurro, nonché quella dei suoi compagni di squadra, che indubbiamente non hanno gradito la sfrontatezza di questi ultimi mesi, che pare lo abbia portato a raggiungere anche un peso forma non particolarmente invidiabile. Se non riuscirà a guadagnarsi la riconferma – il suo contratto scade nel 2014 – il neo papà potrebbe far ritorno a Genova, nella sua amata Sampdoria, anche se Garrone nei giorni scorsi ha escluso questa ipotesi. Impossibile un suo ritorno, ha detto il presidente ‘doriano’, ma tutti sanno che nel calcio, anzi nel mercato, nulla è impossibile, tutto si può fare. Secondo ‘La Gazzetta dello Sport’, Cassano potrebbe rientrare nell’affare Icardi, ovviamente come contropartita, già in pratica concluso dal punto di vista economico: Moratti verserà nelle casse del club blucerchiato circa 13 milioni di euro, per quel che dovrà essere l’erede di Diego Milito.

 

Raffaele Amato