Inter > Inter News > Inter, il dilemma tattico di Stramaccioni

Inter, il dilemma tattico di Stramaccioni

Andrea Stramaccioni (Getty Images)

INTER SFIDA JUVENTUS DILEMMA TATTICO STRAMACCIONI / MILANO – Handanovic; Ranocchia, Samuel, Juan Jesus; J. Zanetti, Cambiasso, Gargano, Nagatomo; Cassano (dal 69′ Guarin), Palacio; Milito (dall’80’ Mudingayi). Questa la formazione che mandò in campo Stramaccioni a Torino, nel giorno della straordinaria vittoria contro la Juventus di Antonio Conte: 3-1 fu il risultato finale, doppietta di Milito e gol finale di Palacio. Il modulo che scelse il tecnico nerazzurro fu il 3-4-2-1, schema che potrebbe riproporre, almeno in parte, sabato prossimo nell’atteso derby d’Italia. Il ritorno alla difesa a tre darebbe maggiore copertura all’Inter, soprattutto in previsione del rientro in campo, dopo tre mesi, di Walter Samuel. Al suo fianco potrebbero agire Chivu (regista difensivo), vicino al rumeno Ranocchia: tenendo conto dell’assenza pe squalifica di Juan Jesus. Sugli esterni, in realtà come quarto e quinto difensore aggiunti, Zanetti (a destra) e Pereira: il laterale uruguagio, ieri impegnato per novanta minuti con la sua nazionale, pare sia favorito su Nagatomo (al massimo verrà convocato), ancora non in perfette condizioni dopo la lesione ai legamenti del menisco nell’ultimo derby col Milan.

I principali dubbi sono a centrocampo: Kovacic dovrebbe partire dal primo minuto, ma non sarà facile per Stramaccioni rinunciare a uno tra Cambiasso, Gargano e Guarin. Indispensabili per l’equilibrio della sua squadra. Come a novembre, però, l’allenatore interista potrebbe non utilizzare dal primo minuto il colombiano, ieri in panchina nella gara tra Colombia e Venezuela, per poi lanciarlo nella ripresa come mossa ‘spacca-partita‘, molto più che vincente in quel di Torino. Davanti, i reduci dell’attacco: Cassano e Palacio. Ecco le ipotesi di formazione:

 

Con la difesa a TRE

(3-4-1-2): Handanovic; Ranocchia, Chivu, Samuel; Zanetti, Cambiasso, Gargano, Pereira; Guarin; Cassano, Palacio

(3-5-2): Handanovic; Ranocchia, Chivu, Samuel; Zanetti, Gargano, Kovacic, Cambiasso, Pereira; Cassano, Palacio

 

Con la difesa a QUATTRO

(4-3-1-2): Handanovic; Zanetti, Ranocchia, Samuel; Pereira, Gargano, Kovacic, Cambiasso; Guarin; Cassano, Palacio

 

Raffaele Amato