Inter > Inter News > Mercato e Progetto: ecco su chi punta l’Inter del futuro

Mercato e Progetto: ecco su chi punta l’Inter del futuro

Mateo Kovacic

MILANO – Lui, al centro di gravità del calciomercato Inter : Mateo Kovacic. Attorno, una squadra più giovane. Scelta obbligate, visto che tanti soldi da spendere sul mercato non ci sono, anzi, non ci saranno.
Il croato, acquisto sublime del tanto criticato Branca, stella del nuovo corso nerazzurro. Secondo notizie Inter fondate, in porta, a meno di super offerta da club stranieri, Samir Handanovic. Ranocchia e Juan Jesus in difesa, dove servirà senza dubbio un rinforzo di esperienza e di spessore, tenendo in considerazione il possibile addio di Walter Samuel e il probabile di Cristian Chivu, le cui presenze stagionali si potrebbero contare sulle dita di due mani.

Il reparto è già stato puntellato con Andreolli e Campagnaro, due ‘normali’ acquisti (a parametro zero) che andranno a rafforzare l’organico già semi-affidabile con Nagatomo. Attacco affidato alla grande promessa Icardi, anche se visti i precedenti il consiglio è quello di andarci cauti, e a Rodrigo Palacio, autore di una brillante stagione fino al serio infortunio di qualche settimana fa. Guarin (da riconfermare) e Laxalt (da scoprire) a centrocampo; Botta dietro alle punte o come esterno offensivo: ‘speranze’ della Milano nerazzurra. Obiettivo di ultima ora: Alejandro Gomez del Catania.

PARTENZE, DUBBI E CONFERME – Resteranno Zanetti, Cambiasso e Milito – a meno che Moratti non voglia davvero rivoluzionare la rosa -, partiranno Stankovic e Cassano, forti tuttora di un contratto fino al 2014. Ma il rimedio c’è, si chiama rescissione consensuale con relativo indennizzo. In dubbio Jonathan e Alvarez (e Pereira), positivi in questo scorcio finale di stagione, con zero obiettivi da raggiungere, anche perché finora acquirenti desiderosi di sobbarcarsi costo del cartellino e relativo ingaggio non si sono per nulla fatti vivi dalle parti di Corso Vittorio Emanuele. ‘Cantiere Inter’, eppur qualcosa si muove.

 

R.A.