Inter > Inter News > Calciomercato, tagli e spalmature: la nuova-vecchia Inter di Moratti

Calciomercato, tagli e spalmature: la nuova-vecchia Inter di Moratti

Massimo Moratti (Getty Images)

CALCIOMERCATO INTER MORATTI CONTRATTI / MILANO – Spalmare: distribuire qualcosa, più o meno uniformemente, nel tempo o nello spazio. Massimo Moratti ha intenzione di utlizzare alla lettera il significato della parola ‘spalmare’, alla quale verrà affiancata una sua affina: ‘tagliare’. Taglierà, appunto, e spalmerà l’Inter del futuro. Partendo da ciò che è più vecchio: i cosiddetti ‘senatori‘. I quali hanno un peso notevole, ora più che mai, sul martoriato bilancio della società nerazzurra, che viaggia nel 2013 a circa 80 milioni di passivo. Ne resteranno tre, più forse un quarto. Due le partenze, certamente illustri, ma utili a far prendere una boccata d’aria all’economia morattiana, in previsione anche di investimenti necessari per il rafforzamento dell’attuale rosa, altrimenti conquistare il terzo posto nel prossimo anno sarebbe davvero utopistico. Tra tagli e spalmature, chi resta e chi va.

 

Walter SAMUEL

Contratto e stipendio: 30.06.2013 – 2,5 milioni netti

Molto probabilmente lascerà l’Inter a fine stagione

 

Cristian CHIVU

Contratto e stipendio: 30.06.2014 – 2,5 milioni netti

Con la conferma di Stramaccioni il suo futuro sarà ancora in maglia nerazzurra

 

Dejan STANKOVIC

Contratto e stipendio: 30.06.2014 – 3,5 milioni netti

Dovrebbe lasciare l’Inter dopo rescissione del contratto con relativa buonuscita

 

Esteban CAMBIASSO

Contratto e stipendio: 30.06.2014 – 4 milioni netti

Resterà in nerazzurro con spalmatura del contratto (e abbassamento ingaggio a 2,5 milioni) fino al 2015

 

Javier ZANETTI

Contratto e stipendio: 30.06.2013 – 3 milioni netti

Rinnoverà per un’altra stagione, abbassandosi l’attuale ingaggio a circa 2 milioni

 

Diego MILITO

Contratto e stipendio: 30.06.2014 – 5 milioni netti

Dovrebbe restare anche senza spalmatura e conseguente rinnovo, per poi tornare in Argentina al termine della prossima stagione

 

Raffaele Amato