Inter > Inter News > Inter, Ranocchia: “Nuovo capitano? Un onore. La mia volontà è…”

Inter, Ranocchia: “Nuovo capitano? Un onore. La mia volontà è…”

Andrea Ranocchia (Getty Images)

CALCIOMERCATO INTER RANOCCHIA FUTURO / MILANO – Javier Zanetti resterà fuori per circa sei mesi, così Andrea Ranocchia sarà il nuovo capitano dell’Inter, almeno in queste ultime giornate di campionato. Tenendo conto delle indisponibilità, causa infortuni, dei vari Samuel e Cambiasso. “E’ una fascia pesante perchè è stata indossata per tanti anni da Javier, e in passato anche da tante altre bandiere del calcio – ha dichiarato il centrale nerazzurro ai microfoni di ‘Sky Sport’ -. Spero di essere stato all’altezza per il tempo nel quale l’ho avuta io. Se l’allenatore dovesse affidarla a me sarebbe un onore, anche se ci sono tanti altri giocatori che sono qui da tanto tempo: eroi del triplete, sarebbe giusto che temporanemanete la fascia vada a loro”.

Continuità e infortuni
Tra ottobre e inizio novembre, il punto più alto raggiunto contro la Juventus, battuta 3-1 a Torino, la lunga serie di vittorie. Interrotta poi, da errori tecnici, infortuni, e da un mercato che ha indebolito la rosa a disposizione di Andrea Stramaccioni: “Gli infortuni hanno condizionato una intera stagione. Adesso sembra una maledizione, perdiamo due giocatori a partita e così diventa difficile. L’equilibrio della squadra si è ben presto sgretolato – ha sottolineato Ranocchia -, ora siamo in nove disponibili, speriamo di recuperare qualcuno altrimenti siamo contati”.

Futuro e Stramaccioni
“Sono arrivato in una big, ho sempre voluto rimanere in questa squadra, anche l’anno scorso quando ho giocato poco e si parlava di un futuro per me diverso. L’ho voluto lo scorso anno e, a maggior ragione, lo voglio adesso, con ancora più forza: la mia volontà è quella di rimanere all’Inter, così come lo è stata la scorsa stagione quando ho voluto dimostrare di non essere una bufala“. Ranocchia, almeno a parole, confida nella conferma di Stramaccioni sulla panchina dell’Inter per un motivo semplicissimo: “Per dare una certa continuità, ma ovviamente spetterà al presidente decidere. Attualmente il suo pensiero è quello di confermare l’attuale allenatore – ha dichiarato in conclusione -, e per noi giocatori sicuramente in questo modo sarà più facile ripartire con un tecnico che è lo stesso che ha cercato di dare una impronta a questa squadra”.

 

R.A.