Inter > Inter News > Inter, Alvaro Pereira divide l’opinione dei media: imbarazzante o puntuale?

Inter, Alvaro Pereira divide l’opinione dei media: imbarazzante o puntuale?

Alvaro Pereira in azione (Getty Images)

INTER ALVARO PEREIRA DIVIDE L’OPINIONE DEI MEDIA / MILANO – Arrivato agli sgoccioli di un mercato estivo che, Palacio a parte, non ha avuto grandissimi colpi. Portato a Milano per 12 mln di euro (?), dopo una lunga trattativa con il Porto, restio a cedere il calciatore. Alvaro Pereira sbarca a Milano, viene accolto dai tifosi come un pezzo da novanta, dopo che i dirigenti lo avevano fatto passare per tale. Subito titolare contro la Roma, in gol contro il Chievo, prima di svanire via via in panchina, come vice Nagatomo, per poi ritornare in campo dopo le innumerevoli tegole che hanno decimato l’Inter.

L’uruguayano doveva essere uno di quei giocatori dai quali ripartire, salvo capire che forse la sua valutazione è stata abbastanza sopravvalutata. Tante le partite incolore, per un esterno dotato di una grandissima corsa ma che fatica sia in fase difensiva ed offensiva. Ieri l’ennesima gara sottotono, almeno per qualcuno, perché anche qui Pereira non riesce a mettere d’accordo nessuno. Così se ‘La Gazzetta dello Sport’ lo definisce ‘Imbarazzante(Fase difensiva imbarazzante. Candreva ha quasi sempre campo libero e ne ne smaschera tutti i peccati. Il cross dell’1-1 non basta ad assolverlo, il fallo stupido da squalifica lo condanna, recita la rosea), ‘Il Corriere dello Sport’ lo assolve in pieno soffermandosi sull’importanza del cross e su alcune diagonali difensive (Puntuale il cross per l’incornata di Alvarez e pure alcune diagonali difensive). E se la metà sta in mezzo, stavolta sembra davvero difficile trovare un aggettivo che possa accontentare tutti!

L.P