Inter > Inter News > Inter, UFFICIALE: Deutsche Bank nuovo partner nerazzurro

Inter, UFFICIALE: Deutsche Bank nuovo partner nerazzurro

Deutsche Bank - Getty Images

INTER UFFICIALE DEUTSCHE BANK NUOVO SPONSOR / MILANO – Mancava solo l’ufficialità ed è arrivata stamane: Deutsche Bank sarà il nuovo top sponsor dell’Fc Internazionale. Per l’istituto di credito tedesco, che ha in Italia il suo primo mercato europeo dopo la Germania, è un passo innovativo, che segna l’ingresso nel mondo del calcio italiano.

A riportare l’entusiasmo, per l’accordo stipulato tra le due parti, ci ha pensato il direttore generale del club nerazzurro Marco Fassone che, da quanto si può leggere sul sito ufficiale nerazzurro, ha affermato: “Abbiamo un partner di sicura affidabilità, con cui possiamo condividere strategie rivolte ai nostri tifosi.  L’interesse nei confronti dell’Inter e della sua nuova politica commerciale, e il conseguente arrivo di Deutsche Bank, è un attestato di stima di cui siamo grati ed orgogliosi, come unico club del calcio italiano ad avere come Official Bank un partner molto conosciuto a livello internazionale, ma anche estremamente attivo in Italia dal 1977″.

Come effetto, i tifosi dell’Inter avranno a loro disposizione un’ampia gamma di servizi finanziari e di prodotti bancari. Il primo passo è il finanziamento degli abbonamenti per la stagione 2013/2014, che già da ora si può sottoscrivere presso Solo Inter, in via Berchet 1 e al Pirelli Corso Venezia a Milano. In fase di realizzazione ci saranno presso gli sportelli Deutsche Bank in Italia prodotti e servizi dedicati per i tifosi a condizioni competitive, conti correnti, offerte di investimento, carte di credito.

E’ con orgoglio – ha commentato Flavio Valeri, Chief Country Officer di Deutsche Bank Italia – che annunciamo oggi la nascita della partnership con l’Inter. Un importante traguardo per il nostro Istituto che, per la prima volta dal suo arrivo in Italia oltre 30 anni fa, diventa sponsor di una squadra di calcio. Un’ulteriore testimonianza dell’impegno del Gruppo Deutsche Bank nel nostro Paese, a supporto delle proprie eccellenze’.

Luigi Perruccio