Inter > Inter News > Mazzarri non sbaglia una mossa: è l’Inter dei “cambi” vincenti

Mazzarri non sbaglia una mossa: è l’Inter dei “cambi” vincenti

Walter Mazzarri (Getty Image)

Walter Mazzarri (Getty Image)

INTER MAZZARRI / MILANO – Quattordici punti in campionato, una difesa blindata e un attacco esplosivo, con ancora ampi margini di miglioramento. In gergo si dice così. In queste prime sei giornate di campionato, oltre a dimostrarsi un allenatore pragmatico (per tanti non è stata una scoperta), Walter Mazzarri ha dato il meglio di sé in veste di stratega. Tanti, infatti, le sostituzioni da lui operate a gara in corso che alla fine si sono rivelate decisive.

A partire dalla prima giornata, contro il Genoa: brutto 0-0 al primo tempo, tra cinquantesimo e settantesimo minuto i due cambi che regalano i tre punti alla truppa nerazzurra; prima Icardi (che coglierà una traversa) per un avulso Kuzmanovic, poi Kovacic per lo spento Cambiasso. Al 75′ realizza Nagatomo, a tempo scaduto il raddoppio firmato Palacio. Gara sbloccata, è la prima vittoria in campionato.

Seconda giornata, a Catania: sullo 0-1 in favore dei nerazzurri (a match ‘aperto’), il sanvincenzino toglie Kovacic, piazzando Taider in fase di interdizione. Gli etnei non trovano più varchi, Nagatomo e Alvarez – con in mezzo il cambio Guarin-Belfodil (a cui annullano un gol) – sigillano l’incontro: ‘in carrozza’, 0-3 al ‘Massimino’.

Alla terza, il derby d’Italia contro la Juventus di Antonio Conte: sul pallido 0-0, Mazzarri inserisce ancora Icardi per Taider, e la squadra aumenta la pericolosità offensiva. Cinque minuti dopo l’avvicendamento, il giovane argentino conclude in rete, su assist di Alvarez, il momentaneo vantaggio interista, che poi verrà annullato dalla marcatura di Vidal. Contro la Fiorentina al ‘Meazza’, quinta giornata, gli inserimenti dei ‘sempre loro’ Kovacic e Icardi – sullo 0-1 ‘viola’ – si rivelano azzeccatissimi (e fortunati) per capovolgere l’incontro, che  termina 2-1 in favore della ‘Beneamata’ grazie alle reti di Cambiasso e Jonathan. Nessuna paura, interisti: Mazzarri lo ‘stratega’, sa quello che fa.

 

Raffaele Amato