Inter > Inter News > Inter-Verona 4-2, le pagelle: Cambiasso tuttofare, Palacio sempre decisivo

Inter-Verona 4-2, le pagelle: Cambiasso tuttofare, Palacio sempre decisivo

Esteban Cambiasso (Getty Images)

Esteban Cambiasso (Getty Images)


INTER-VERONA, LE PAGELLE
/ MILANO – A ‘San Siro’ l’Inter batte il Verona scavalcandolo in classifica. Partono bene i nerazzurri, che in appena dodici minuti siglano due reti. Anche a livello difensivo la squadra si comporta bene, almeno fino al 32′ quando il Verona accorcia le distanze. L’Inter però segna altri due gol chiudendo di fatto la partita, e serve a poco il gol di Romulo per il 4-2 finale.

INTER

Carrizo 6 Non ha grandi  responsabilità sui gol subiti, e per il resto viene impegnato pochissimo dagli attaccanti del Verona.
Juan Jesus 5,5 Parte molto propositivo, spingendosi in avanti e offrendo un grande supporto a Nagatomo. Sbaglia la posizione in occasione del primo gol gialloblu, si riscatta con un bel secondo tempo.
Ranocchia 6 Impreciso in occasione dei due gol subiti, bene nell’uno contro uno su Toni. Indossa la fascia di capitano dopo la sostituzione di Cambiasso.
Rolando 7 Ha qualche responsabilità sul gol di Martinho, ma al di là di quell’episodio commette ben poche sbavature ed anzi ha il grande merito di chiudere la gara con il rocambolesco gol del 4-1.
Jonathan 6,5 Sblocca il risultato al 10′, grazie ad una conclusione volante rimpallata poi addosso a Moras prima di finire in porta. Nel secondo tempo si rende protagonista di una grandissima azione, accentrandosi e provando la conclusione a rete.
Guarin 6,5 Sin dalle prime battute è volenteroso e attento: sbaglia un cross ma si rende determinante in occasione del 2-0. Si costruisce l’occasione per il 4-1 con un tiro piazzato da fuori area, ma Rafael si fa trovare pronto.
Cambiasso 7,5 Si guadagna un’ammonizione per un fallo su . Si rende decisivo segnando il 3-1 nel momento migliore del Verona.
> dal 63′ Kuzmanovic 5,5 Entra in campo quando la partita ha già detto tutto. Tocca molti palloni senza mai strafare.
Kovacic 6 L’Inter stradomina a centrocampo, e il talento croato ne trae giovamento pur non essendo determinante. Sembra un po’ timido una volta arrivato negli ultimi venticinque metri.
> dal 79′ Taider sv
Nagatomo 6 Fornisce un notevole supporto durante la fase offensiva. L’emblema di ciò è la progressione in area, che lo porta a colpire il palo favorendo in questo modo il gol di Cambiasso. Arriva in ritardo su Romulo permettendogli di segnare il 4-2.
Alvarez 6 Si muove bene sia a sinistra che a destra, creando gravi difficoltà alla difesa avversaria e aprendo gli spazi per i compagni.
Palacio 7,5 Ci mette grande impegno fin dalle prime fasi, svariando su tutto il fronte offensivo. Subito dopo il gol di Jonathan, segna il raddoppio grazie ad un altra deviazione fortunata. Diventa assistman mandando in rete Cambiasso.
> dal 65′ Belfodil 4,5 Non è Palacio e si vede. Per un attimo fa sperare i tifosi nerazzurri all’88’, quando sfodera un potente destro da fuori area, respinto alla bell’e meglio da Rafael. Si fa espellere stupidamente dopo il fischio finale.

Mazzarri 6,5 L’Inter parte bene, mettendo in atto un grande pressing e presentandosi compatta in fase difensiva. Quello che colpisce maggiormente, della prestazione di oggi, è il cinismo, accompagnato anche da una buona dose di fortuna. Oltretutto, la squadra nerazzurra domina a centrocampo. La pecca rimane la difesa: in assenza di Campagnaro, i gol subiti sono ancora una volta troppi.


VERONA

Rafael 5,5 Non può nulla sui primi tre gol nerazzurri. Sul quarto, invece, commette una grave incertezza.
Agostini 5,5 Soffre tanto il pressing dell’Inter. Mandorlini lo sacrifica per garantire maggiore offensività alla sua squadra.
> dal 73′ Cacia sv
Maietta 5 Spesso messo in difficoltà dal pressing dei nerazzurri. In alcune fasi annaspa al cospetto di Palacio e compagni.
Moras 5,5 È l’autore della sfortunata deviazione che favorisce il gol di Jonathan. Viene espulso insieme a Belfodil dopo il fischio finale.
Cacciatore 5,5 Ammonito al 26′. A volte mette in difficoltà la difesa nerazzurra con inserimenti e cross.
> dall’83’ Juanito sv
Martinho 6 Accorcia le distanze freddando Carrizo dopo un ottimo inserimento nell’area interista.
Donati 5 Va in affanno ogni qualvolta l’Inter si spinge in avanti: i centrocampisti nerazzurri riescono quasi sempre a chiudere.
> dal 55′ Donadel Viene avanti nei momenti finali, cercando spesso Toni con i suoi cross.
Romulo 6,5 Viene fuori con tutto il Verona dopo la prima mezz’ora. Dopo un’altra fase di difficoltà, segna il gol del 4-2.
Jorginho 5,5 Cerca di illuminare, ma in avanti non ha molta fortuna. È il grande assente della gara.
Iturbe 5,5 È forse il più attivo nella prima fase della gara, ma i nerazzurri riescono spesso a murarlo. Ci prova dalla distanza con scarsi risultati.
Toni 6 Inizialmente paga il pessimo avvio della formazione in maglia gialla. Fa un grande lavoro in occasione dei due gol del Verona.

Mandorlini 5,5 Brutta partenza del suo Verona, totalmente in bambola al cospetto di un’Inter aggressiva e compatta. Le cose migliorano intorno alla mezz’ora, ma solo a tratti. Tutto sommato ci si aspettava di più.

Arbitro Celi e assistenti 5,5 Da un lato, il guardalinee non sbaglia praticamente nulla, convalidando i gol nerazzurri e, in un’occasione, annullando un gol Palacio. Dalla parte opposta, però, lo stesso argentino viene fermato ingiustamente davanti a Rafael. Dubbi anche sul gol annullato a Toni.

Alessandro Caltabiano