Inter > Inter News > Inter-Livorno 2-0, le pagelle: Jonathan e Cambiasso superlativi, che ritorno Zanetti!

Inter-Livorno 2-0, le pagelle: Jonathan e Cambiasso superlativi, che ritorno Zanetti!

Jonathan (Getty Images)

Jonathan (Getty Images)


INTER-LIVORNO LE PAGELLE
/ MILANO – Inizio stentato per i nerazzurri: serve un episodio favorevole e l’Inter lo trova al 30′, su un errore clamoroso di Bardi. Il possesso di palla nerazzurro si aggira intorno al 70%, ma le vere occasioni da gol si contano sulle punta delle dita. Nel secondo tempo il Livorno si sbilancia alla ricerca del pareggio, ma l’Inter resiste e nel finale mette addirittura a segno il 2-0.

INTER

Handanovic 6,5 Viene chiamato in causa in pochissime occasioni, ma è sempre attento e preparato.
Ranocchia 6,5 Rimedia un’ammonizione per un fallo inutile su Duncan: un giallo pesante, che gli farà saltare Bologna-Inter. Insieme ai suoi compagni, il centrale umbro fa una grande gara, concedendo pochissimi spazi a un avversario scomodo come Paulinho.
Rolando 6,5 Un’altra buona prestazione da parte del portoghese, un po’ disordinato ma comunque sempre efficace. Gli attaccanti del Livorno riescono a colpire in pochissime occasioni.
Samuel 6 L’argentino non è certamente ai livelli di qualche anno fa, ma si fa valere con esperienza. I troppi palloni buttati nel vuoto gli valgono una piccola nota di demerito.
Jonathan 7 Alla mezz’ora, un innocuo cross del brasiliano si trasforma nella rete dell’1-0: è il giusto premio per una prestazione buonissima, condita da ottime giocate nella sua zona di competenza. Oltre a propiziare il vantaggio nerazzurro, il brasiliano si fa sempre trovare pronto anche in fase difensiva.
Taider 6 Si muove bene sull’out di destra collaborando con Jonathan e Guarin. Si rende protagonista di alcuni buoni spunti, sebbene non risulti determinante.
> dall’82’ Zanetti 7 Il suo ingresso è probabilmente l’emozione più grande regalata dal match nel secondo tempo. Il pubblico, già provato per l’imminente addio di Moratti, si commuove quando un grande spunto di Zanetti dà il via all’azione del 2-0.
Cambiasso 7 In un inizio stentato dell’Inter, la prima nota della partita dell’argentino è una botta alla testa che gli provoca un lieve stordimento. Si riprende in fretta, però, e sale in cattedra con la solita esperienza. Nel complesso offre un apporto fondamentale alla causa nerazzurra, perchè tutti i palloni passano dai suoi piedi.
Alvarez 6 Nei minuti di recupero del primo tempo sfodera un sinistro micidiale, deviato in corner da Bardi. E’ l’unico squillo in una gara appena sufficiente.
> dal 58′ Kovacic 6 Sembra un’altra prestazione sbiadita da parte del croato, che invece con una magia regala a Nagatomo la palla del 2-0.
Nagatomo 6 Dopo una prestazione piuttosto opaca, il giapponese, imbeccato da Kovacic, segna il gol che consolida il vantaggio nerazzurro annullando le speranze del Livorno.
Guarin 5,5 Poco lucido, spesso costretto a giocare spalle alla porta, il colombiano compie i movimenti giusti ma fatica molto perchè i giocatori avversari non gli lasciano spazio.
> dal 71′ Belfodil sv
Palacio 6 Ci prova di testa per due volte, sfiorando la rete. La vera occasione arriva al 65′, quando l’argentino potrebbe insaccare facilmente da due passi ma si lascia ipnotizzare da Bardi.

Mazzarri 6,5 Nel primo tempo l’Inter soffre contro un Livorno che non lascia spazi. Il gol arriva in maniera rocambolesca, costringendo il Livorno a riversarsi in avanti, ma i nerazzurri reggono bene dimostrandosi quadrati e solidi, e mettono a segno il gol che chiude la gara.

LIVORNO

Bardi 5 Il suo errore clamoroso in occasione dell’1-0 cambia l’inerzia della gara. Si riscatta parzialmente nel secondo tempo.
Valentini 6 Come i suoi compagni chiude bene gli spazi. Al di là del gol di Nagatomo a tempo scaduto, sono poche le occasioni da gol per l’Inter.
Emerson 6,5 E’ il migliore del reparto. Chiude molto bene prima su Palacio, poi su Belfodil, e si concede persino il lusso di farsi vedere due volte su punizione.
Ceccherini 5,5 Chiamato più volte a spazzare i palloni che transitano nell’area labronica, fa un buon lavoro chiudendo gli spazi.
Mbaye 6 Sfodera una buona prestazione contro la squadra che detiene il suo cartellino. A tratti crea qualche problema a Nagatomo e Samuel.
Schiattarella 6 Viene fuori nel secondo tempo, quando il Livorno prova a costruire. Dà sostanza al reparto, senza mai strafare.
Luci 5,5 Il suo intervento ‘nascosto’ su Palacio sarebbe da rigore, ma Peruzzo decide di soprassedere.
Duncan 6 Nella prima frazione ringhia su Taider – rimediando un giallo – ma si fa sfuggire Jonathan in occasione dell’1-0.
> dal 46′ Benassi 5,5 Prestazione senza infamia e senza lode. Soffre molto l’eccessiva arrendevolezza della sua squadra.
Gemiti 5,5 Si ritrova a fronteggiare Jonathan in diverse occasioni. Dà molta sostanza al centrocampo, senza mai eccellere.
> dall’87’ Borja sv
Paulinho 5,5 La prima occasione arriva solo 36′, su un tiro da posizione impossibile. I difensori nerazzurri gli concedono pochissimo.
Siligardi 5 Annullato dal reparto difensivo nerazzurro in tutto l’arco della gara.
> dal 65′ Emeghara 5,5 Nicola lo inserisce nel tentativo di agguantare il pareggio, ma le speranze del tecnico si infrangono contro il muro eretto dai nerazzurri.

Nicola 5,5 La sua squadra interpreta la gara nel giusto modo, ma viene castigato dall’errore clamoroso di Bardi. Nel secondo tempo il Livorno deve alzare il baricentro alla ricerca del gol del pareggio, ma le occasioni da gol sono pochissime e mai nitide.

Arbitro Peruzzo e assistenti 5,5 Se il giallo rifilato a Ranocchia è ineccepibile, quello rifilato a Samuel desta qualche perplessità. Per due volte i giocatori nerazzurri chiedono il rigore: nel primo caso Mbaye commette fallo su Nagatomo fuori area, nel secondo caso Luci non si ferma in tempo e impedisce a Palacio di battere a rete. C’è da chiedersi a che cosa servano gli arbitri addizionali.

 

Alessandro Caltabiano