Inter > Inter News > Mazzarri: “Moratti mi ha convinto a firmare per l’Inter. Ora Thohir…”

Mazzarri: “Moratti mi ha convinto a firmare per l’Inter. Ora Thohir…”

Walter Mazzarri (Getty Images)

Walter Mazzarri (Getty Images)

INTER WALTER MAZZARRI / MILANO – Walter Mazzarri, giudicato miglior allenatore della serie A anno 2012, staserà riceverà il Premio Maestrelli in quel di Montecatini Terme. Il tecnico ha preceduto lo juventino Conte e il rossonero Allegri: “Per me è un motivo d’orgoglio – spiega Mazzarri a ‘Radio1’ -. Anche se non l’ho conosciuto di persona, Maestrelli è stato ed è un punto di riferimento ogni giorno, una fonte d’ispirazione nel mio lavoro. Forse in qualcosa gli somiglio. Anche io, per esempio, sono molto ‘vicino’ ai giocatori… Come lo era lui. Un tutt’uno con la squadra“.

Dopo quattro anni di Napoli, ha scelto l’Inter. Perché?: “Avevo altre ‘possibilità‘ professionali, ma ho preferito il club nerazzurro perché fin dall’inizio ho sentito la completa fiducia di Moratti, il quale in un colloquio mi confermò la voglia e l’intenzione di puntare su di me per rilanciare la squadra. Adesso l’Inter ha iniziato un progetto da zero, e certo ci vorrà del tempo per ritornare ai massimi livelli. Juventus e Napoli – aggiunge Mazzarri – sono avanti perché negli ultimi anni sono state ai vertici. I bianconeri han vinto gli ultimi due scudetti, mentre gli azzurri, anche se hanno cambiato allenatore, partono già da un gruppo di lavoro consolidato, che l’anno scorso è giunto secondo. Siamo sulla strada giusta, però al momento non voglio fare pronostici, sugli obiettivi tireremo le somme a fine stagione”.

Il nuovo presidente dell’Inter è Erick Thohir, dopo quasi diciannove anni di impero morattiano: “Finora non è cambiato nulla nel quotidiano, anche perché Moratti ci è sempre stato vicino in questo periodo delicato per la società. E’ stato lui a intridurre Thohir nel mondo nerazzurro, credo quindi che tra loro ci sarà la giusta sinergia per il bene del club”. Thohir ha detto che vuole vincere giocando un buon calcio: “In Italia non è del tutto semplice far conciliare le due cose. Però do ragione al presidente, da quando faccio l’allenatore il mio obiettivo è sempre stato uno solo: ottenere risultati attraverso un gioco propositivo. Cosa che sta accadendo all’Inter, infatti il pubblico sta apprezzando il nostro lavoro”.

Sabato pomeriggio, nell’amichevole persa 1-0 col Chiasso, si è rivisto dopo oltre un mese l’argentino Campagnaro: “E’ positivo il fatto che abbia ritrovato il campo dopo un lungo stop. Adesso sta bene, anche se dovrà ritrovare la forma migliore“. Giudizio positivo su Mauro Icardi, al centro di un intrigo amoroso con la moglie di Maxi Lopez (Wanda, ndr), e ai box dopo l’operazione all’ernia: “E’ un giocatore di talento, ma fino all’intervento mai ha potuto allenarsi al massimo. Se vuole diventare un campione come Milito, dovrà fare molti sacrifici”. Appunto, come sta il Principe? “Credo che ci vorrà ancora un altro mese per il suo completo recupero”, conclude Mazzarri.

R.A.