Inter > Inter News > dal campo > Inter-Torino 1-0: Palacio regala i tre punti. Quarto posto a un passo

Inter-Torino 1-0: Palacio regala i tre punti. Quarto posto a un passo

Rodrigo Palacio (Getty Images)

Rodrigo Palacio (Getty Images)

CRONACA INTER-TORINO 1-0 / MILANO – Torna al successo l’Inter di Mazzarri che, nel giorno del suo 106esimo compleanno e sotto gli occhi di Thohir, supera per 1-0 il Torino di Ventura. Il gol vittoria lo realizza Palacio, nell’occasione è apprezzabile l’intesa del Trenza con Cambiasso, autore dell’assist, alla mezz’ora del primo tempo.

SBLOCCA PALACIO – Hernanes ritrova la titolarità, la difesa è nuova per due terzi. Icardi, ancora preferito a Milito, fa coppia con Palacio. Torino in emergenza tra infortunati, squalificati e giocatori a mezzo servizio. Ventura rafforza la mediana con Farnerud, Cerci a sostegno di Immobile. Partenza poco sprint del match, condotto dall’Inter su spunti singoli. Il Torino aspetta molto basso, raddoppiando le marcature sugli esterni. L’idea dei granata è il contropiede, ma sono troppi distanti i suoi reparti: sponda opposta, Cambiasso lascia troppo spesso scoperta la zona centrale del campo, che ha già in Guarin ed Hernanes due tasselli scarsamente predisposti alla fase difensiva. Entrambe, cercano con lanci profondi i rispettivi centravanti, Icardi e Immobile, bravi nell’appoggiare sulle fasce e ai centrocampisti in arrivo da dietro. I nerazzurri, però, non riescono a dare un taglio netto alla lentezza e prevedibilità della manovra, che sembra conoscere e utilizzare solo due schemi: palla a Nagatomo, che sterza per accentrarsi e servire, il primo; cross di Hernanes per il centro dell’area di rigore, il secondo. Proprio da sinistra, al 29′, si apre una finestra per l’1-0 dell’Inter: uno-due fra Cambiasso e Palacio che, di testa, trafigge Padelli. Il gol è un toccasana per gambe e teste dei giocatori nerazzurri che, col passare dei minuti, schiacciano ancor di più l’avversario, sempre più chiuso a riccio e inesistente in fase offensiva.

QUARTO POSTO – A inizio ripresa, il Toro è più vivace: Kurtic, a conclusione di una ripartenza, impegna Handanovic nel primo intervento della partita. Poi Cerci si fa notare col tiro a giro. Dall’altra parte, Icardi si fa anticipare in uscita da Padelli. La gara perde ogni inibizione, le squadre si spezzano in due tronconi e gli spazi aumentano al pari degli errori (più di parte interista). Gli uomini di Ventura, che poi fa entrare El Kaddouri, sostengono maggiormente la fase d’attacco, tirando fuori un briciolo di personalità, mai vista nella prima frazione. L’Inter continua a vivere di giocate singole, pregevoli quelle di Hernanes, senza avere grandi idee. Cala la condizione fisica dei centrocampisti: Kovacic surroga Guarin, come suo solito a intermittenza. L’undici di Mazzarri, che perde Campagnaro (al suo posto Andreolli) per un problema muscolare, continua a far fatica nel reggere l’aggressività dei granata, che in contropiede avrebbero gli spiragli giusti per colpire, ma mancano di precisione e incisività nell’ultimo passaggio, anche perché la difesa interista non si è concessa alcuna sbavatura. Al ‘Meazza’ finisce 1-0: tre punti importanti per l’Inter, che va a -1 dalla Fiorentina, quarta in classifica.

IL TABELLINO

INTER-TORINO 1-0
29′ Palacio (I)

INTER (3-5-2): Handanovic; Campagnaro (75′ Andreolli), Ranocchia, Rolando; Jonathan, Guarin (68′ Kovacic), Cambiasso, Hernanes, Nagatomo; Palacio, Icardi (89′ Taider). A disp.: Carrizo, Castellazzi, Zanetti, D’Ambrosio, Kuzmanovic, Botta, Milito. All. Mazzarri

TORINO (3-5-2): Padelli; Darmian, Rodriguez, Moretti; Basha (84′ Meggiorini), Kurtic (57′ El Kaddouri), Vives (65′ Tachtsidis), Farnerud, Vesovic; Cerci, Immobile. A disp.: Gomis, Berni, Barreca, Gazzi, Aramu, Barreto, Gyasi. All. Ventura

ARBITRO: Calvarese di Teramo
NOTE – Ammoniti: 53′ Vives, 76′ Tachtsidis, 86′ Darmian (T)

 

Raffaele Amato