Inter > Inter News > Inter-Udinese 0-0: Scuffet respinge i nerazzurri, brutti e sfortunati sotto gli occhi di Thohir

Inter-Udinese 0-0: Scuffet respinge i nerazzurri, brutti e sfortunati sotto gli occhi di Thohir

Inter-Udinese

Inter-Udinese 0-0

INTER-UDINESE 0-0 / MILANO – 0-0, al ‘Meazza’ tra Inter e Udinese. Partita noiosa nel primo tempo, accesa nella ripresa, quando ha alzato il ritmo delle giocate la squadra di Mazzarri, capace nelle ultime due gare casalinghe di raccogliere la miseria di un punto: ora è a meno tre dal quarto posto.

Spicca Pereyra
Nel consueto 3-5-2 Mazzarri ha rientegrato Samuel, Juan Jesus e Nagatomo, confermando il duo argentino in avanti, Palacio-Icardi. Novità nell’Udinese, in partenza senza Totò Di Natale, autore di 13 gol in questa stagione. Pressing alto dei bianconeri fin dall’inizio, che poi riuscivano subito ad allinearsi compatti per impedire all’Inter di penetrare in area, se non tramite cross dalle fasce, la cui manovra è rimasta prevedibile, tra lanci dalla difesa e un’eccessiva centralità del Trenza nel gioco: flebile il movimento degli intermedi, se rapportato ai diretti avversari, su tutti Pereyra, bravo a impostare l’azione e a inserirsi alle spalle dei centrocampisti. Sfida nella sfida sugli esterni e in attacco, dove ha lottato contro Samuel e Ranocchia il colombiano Muriel, imprendibile quando è stato lanciato in profondità.

Hernanes play
Lenta nelle uscite e nel proporsi, Mazzarri ha provato ad aumentare la qualità in mezzo al campo inserendo Alvarez, al posto di Guarin, che ha sbagliato una infinità di passaggi, e spostando Hernanes in posizione centrale, da play. Mosse che in parte hanno dato i loro frutti, anche per via del calo d’intensità dell’Udinese, che ha concesso qualcosa in termini di pericolosità: ci ha provato, concretamente, il Profeta con un tiro da fuori, che ha sporcato i guanti del giovane Scuffet, per il resto tutte palle buttate in mischia, alla disperata ricerca della zampata magica.

Super Scuffet
Che non è arrivata nemmeno da Milito, entrato nel finale, anche perché Scuffet (18 anni ancora da compiere) su Cambiasso e Domizzi sulla linea, hanno saputo chiudere a tripla mandata la cassaforte friulana. Inter né fortunata né bella sotto gli occhi di Thohir, che tornerà a Jakarta a capo chino.

 

IL TABELLINO

INTER-UDINESE 0-0

INTER (3-5-2): Handanovic; Ranocchia, Samuel, Juan Jesus; Jonathan (70′ D’Ambrosio), Guarin (53′ Alvarez), Cambiasso, Hernanes, Nagatomo (85′ Milito); Palacio, Icardi. Panchina: Carrizo, Castellazzi, Andreolli, Campagnaro, Rolando, Zanetti, Kuzmanovic, Kovacic, Botta. Allenatore: Mazzarri.

UDINESE (3-5-1-1): Scuffet; Heurtaux, Danilo, Domizzi; Widmer, Badu, Allan, Pereyra (86′ Maicosuel), Gabriel Silva; Fernandes (81′ Lazzari); Muriel. Panchina: Brkic, Kelava, Naldo, Bubnjic, Jadson, Yebda,Pinzi, Zielinski, Lopez, Di Natale. Allenatore: Guidolin.

ARBITRO: Gervasoni di Mantova
NOTE – Ammoniti: 68′ Scuffet (U); 89′ Samuel (I)

 

Raffaele Amato