Inter > calciomercato Inter > Ranocchia: “Voglio l’Inter in Europa. A gennaio tre giorni di fuoco e sul rinnovo…”

Ranocchia: “Voglio l’Inter in Europa. A gennaio tre giorni di fuoco e sul rinnovo…”

Andrea Ranocchia

Andrea Ranocchia

INTER RANOCCHIA / MILANO – Corsa all’Europa minore, Ranocchia non teme le rivali: “Noi dobbiamo andare al massimo e fare la corsa su noi stessi perchè adesso siamo davanti – ha dichiarato a ‘Sky Sport’ il difensore nerazzurro -. L’Europa League è l’unico obiettivo che abbiamo, dobbiamo centrarlo per costruire una grande squadra e perché un club come l’Inter non può restare fuori dalle coppe per due anni di seguito”.

Ranocchia pensa al futuro, forse ancora in maglia nerazzurra: “Spero sia l’anno della rinascita, per la stessa società e la costruzione di un gruppo competitivo ai massimi livelli. Rinnovo? C’è tempo ancora, il mio contratto scade nel 2015 – aggiunge Ranocchia -. Non sono in scadenza, ho ancora un anno e 3 mesi e non c’è assolutamente fretta: quando sarà il momento ne parleremo insieme alla dirigenza”.

Il 23 interista, rilanciatosi in queste ultime settimane, piace a tante squadre italiane e a gennaio fu a un passo dal Galatasaray: “Nell’ultimo mercato ho vissuto tre giorni di fuoco prima di tornare alla grande. Fa piacere l’interesse di grandi squadre nei miei confronti, però posso dire che con i turchi non ci fu mai nulla di concreto – svela -. Sono anni che si dice che io debbo andare via e poi rimango qui: sono contento di restare e, nel caso, sarò contento di rimanere legato all’Inter”.

Domenica c’è la Sampdoria di Mihajilovic, ultimo candidato alla panchina ora di Mazzarri: “Sinisa sta facendo benissimo, ha preso la squadra che era un po’ in crisi e l’ha portata a livelli alti. Domenica ci aspetta una partite difficile, in casa loro è sempre molto complicato: ma noi stiamo lavorando bene e siamo pronti per svoltare”. E, lui personalmente, per riconquistarsi la Nazionale: “Ci spero tantissimo, l’obiettivo è mettere in difficoltà il ct per andare ai Mondiali in Brasile”, chiosa Ranocchia.

R.A.