Inter > Pagelle - I voti degli esperti > Sampdoria-Inter 0-4, le pagelle: Icardi zittisce tutti, resurrezione Handanovic!

Sampdoria-Inter 0-4, le pagelle: Icardi zittisce tutti, resurrezione Handanovic!

Sampdoria-Inter 0-4

Sampdoria-Inter 0-4

SAMPDORIA-INTER 0-4 PAGELLE / GENOVA – L’Inter torna a vincere infliggendo un sonoro 4-0 alla Sampdoria. Mauro Icardi timbra il cartellino per l’1-0, poi segna anche il 3-0 poco dopo il raddoppio di Walter Samuel. Nel finale si aggiunge alla lista anche Rodrigo Palacio, imbeccato perfettamente da Alvarez.

INTER

Handanovic 8 Nella prima frazione sembra tornato ai livelli dell’anno scorso: para il rigore e sventa altre tre occasioni pericolosissime per la Sampdoria. E’ protagonista – sebbene in maniera indiretta – anche in occasione del’espulsione di Eder, quando si becca la manata in faccia da parte dell’attaccante brasiliano.
Ranocchia 5,5 Subito dopo il gol dell’1-0, regala alla Sampdoria il rigore miracolosamente salvato da Handanovic. Poco dopo si fa ammonire in seguito ad un contrasto con Maxi Lopez. In avvio di ripresa rischia nuovamente il suicidio permettendo alla Sampdoria di venire avanti in contropiede. Se non altro, il centrale umbro recupera la concentrazione e, dopo il 2-0, non commette più errori.
Samuel 7 Innervosito dalla simulazione di Eder, si fa ammonire nella stessa occasione. Impegnato in duri contrasti con Maxi Lopez, riesce quasi sempre a tenerlo lontano. Al 61′ svetta su De Silvestri e Gastaldello segnando il gol del 2-0, togliendo le castagne dal fuoco ai nerazzurri e a Mazzarri.
Rolando 6 Buona gara per il portoghese di origine capoverdiana. Dopo l’espulsione di Eder è tutto più semplice e lui si limita a controllare la situazione con la solita sicurezza.
D’Ambrosio 6 Va a sprazzi il primo acquisto dell’era Thohir, alternando giocate positive ad imprecisioni e leggerezze: come quando, all’81’, rischia di mandare in porta Regini. Nel complesso fa bene, comunque, risultando protagonista in entrambi i gol di Icardi. L’impressione è che debba ancora migliorare e, forse, affinare ulteriormente l’intesa con i suoi compagni.
Kovacic 6,5 Molto positivo quest’oggi, ispira spesso le ripartenze dell’Inter e si destreggia con naturalezza tra gli avversari senza commettere errori. Come sottolineato da Mazzarri in conferenza stampa, il giovane croato sembra essere migliorato dal punto di vista dell’attenzione in fase difensiva, dove è ugualmente apprezzabile il suo impegno.
> dall’80’ Milito sv 
Cambiasso 7 Buona partita da parte del ‘Cuchu’. Dopo l’1-0 va in difficoltà come tutta la squadra, ma nella ripresa doma gli avversari con calma, facendo valere l’esperienza e recuperando palloni importanti.
Hernanes 6 Gara dai due volti. Nel primo tempo soffre il predominio territoriale della Sampdoria e lotta con il fisico lasciando poco spazio a fronzoli e fantasia. I suoi sforzi producono qualche effetto nella ripresa, quando – dopo l’assist a Samuel – un pallone recuperato da lui e da Cambiasso viene poi insaccato da Icardi per il 3-0.
> dal 75′ Taider sv
Nagatomo 6 Prestazione sufficiente quella del giapponese, poco decisivo ai fini del risultato ma comunque quasi sempre attento e pronto quando chiamato in causa.
Palacio 6,5 Come al solito gioca molto sull’esterno aprendo spazi per i suoi compagni. Nel secondo tempo dialoga con Icardi e si procura tre ottime occasioni da gol, tutte fallite. A metà frazione tuttavia serve un ottimo assist per il 3-0 di Icardi. Imbeccato perfettamente da Alvarez, poi, chiude le marcature con il suo quindicesimo gol stagionale.
Icardi 8 Sommerso dai fischi dei suoi vecchi tifosi, l’argentino zittisce tutti con il gol dell’1-0 rimediando un giallo un po’ esagerato (Balotelli  al suo posto sarebbe stato ammonito?). Bene anche quando dialoga con i suoi compagni: offre due buone opportunità a Palacio facendo a sportellate con Mustafi e Gastaldello. Mezzo punto in più per la grande personalità con cui ha affrontato un impegno così difficile, gestendo bene il cartellino giallo e non cedendo alle provocazioni nella ripresa e durante la sostituzione.
> dal 68′ Alvarez 6,5 Impatto importante sulla gara: nonostante il risultato rotondo, l’argentino scalpita e mette in difficoltà i difensori blucerchiati con ottime accelerazioni. Serve a Palacio un grande assist per il 4-0.

Mazzarri 6,5 Salvato da Handanovic nel primo tempo, è visibilmente scontento e negli spogliatoi arringa con rabbia i suoi. La squadra sembra recepire il messaggio, perché l’Inter straripa e in pochi minuti mette a segno altri due gol,  mettendo in cassaforte il risultato prima dell’ulteriore marcatura firmata Palacio. Se a ciò si aggiunge la buona prestazione di Kovacic e l’ingresso positivo di Alvarez, pare che oggi al tecnico di San Vincenzo sia girato tutto bene.

SAMPDORIA

Da Costa 5 Disattento sul primo gol di Icardi, può poco o nulla sugli altri gol dei nerazzurri.
De Silvestri 5,5 Non sfigura ma nel complesso perde lo scontro con Yuto Nagatomo.
Mustafi 6 Se la cava bene contro Icardi, spesso anche uscendo dall’area in velocità.
Gastaldello 5,5 Qualche errore in fase difensiva alternato a qualche buona giocata.
Regini 5,5 Innervosito come tutti dall’espulsione di Eder, sbaglia anche tocchi semplici.
Obiang 5,5 Si vede pochissimo ed è uno dei meno puntuali di tutta la formazione blucerchiata.
> dal 58′ Krsticic 5 Poco dopo il suo ingresso, l’Inter chiude la gara e lui si adegua al ritmo.
Palombo 6 Cerca di domare gli avversari facendo valere l’esperienza.  Affonda nella ripresa. 
> dall’84’ Lombardo sv
Soriano 5,5 Ammonito nel primo tempo, viene graziato per due volte da Valeri nella ripresa.
Eder 4 Non regge la pressione: ammonito per simulazione, si fa anche espellere dopo venti minuti.
Sansone 6 Impegna Handanovic con una bellissima punizione sventata in angolo.
> dal 67′ Okaka sv Entra poco dopo il 3-0 nerazzurro e si uniforma al grigiore generale dei suoi compagni.
Maxi Lopez 4,5 A differenza di Icardi, soffre: sbaglia il rigore e Handanovic gli dice sempre di no.

Mihajlovic/Sakic 5,5 Difficile fare meglio, in una gara condizionata dall’espulsione di Eder e dall’incredibile impatto di Samir Handanovic, decisivo ai fini del risultato con le sue parate.

Arbitro Valeri e assistenti 5,5 Gestisce benissimo la difficoltà della gara, stroncando sul nascere i guai con le ammonizioni di Icardi e Ranocchia ed il cartellino rosso ad Eder. Giusto anche il rigore dato alla Sampdoria. Dopo il 3-0 nerazzurro risparmia in due occasioni il secondo giallo a Soriano, poi fa lo stesso con Samuel nel finale. 

 

Alessandro Caltabiano