Inter > Pagelle - I voti degli esperti > Inter-Napoli 0-0, le pagelle: Hernanes a sprazzi, finalmente Kovacic!

Inter-Napoli 0-0, le pagelle: Hernanes a sprazzi, finalmente Kovacic!

Mateo Kovacic

Mateo Kovacic


INTER-NAPOLI PAGELLE
/ MILANO – Sotto gli occhi di Thohir, a ‘San Siro’, finisce in parità tra Inter e Napoli. I nerazzurri corrono qualche rischio in avvio, ma nel complesso tengono il pallino del gioco e rispondono colpo su colpo agli avversari, facendo grande affidamento su un Kovacic in grande spolvero. Nella ripresa i nerazzurri perdono terreno ma il risultato non si sblocca.

INTER

Handanovic 6 Graziato da Callejon e Higuain nella prima fase, lo sloveno si limita all’ordinaria amministrazione. Nel finale il suo vice, il palo alla sua sinistra, salva i nerazzurri in occasione del tiro a botta sicura di Inler.
Campagnaro 5,5 Commette parecchie sbavature, cose che non ci si aspetta da un giocatore della sua esperienza, ma nell’insieme contiene bene le offensive avversarie, che proprio dalla sua parte creano meno pericoli.
Ranocchia 7 Nel primo tempo giganteggia sugli avversari, giocando d’anticipo e leggendo bene le trame offensive dei giocatori partenopei. Talvolta corre qualche rischio di troppo lanciandosi in dribbling quantomeno sofisticati, giovando se non altro allo spettacolo anche se non alle coronarie dei tifosi interisti…
Andreolli 6 E’ il battesimo del fuoco: alla sua prima da titolare, l’ex Chievo disputa una prestazione ordinata per tutto il primo tempo, poi si dimentica Higuain in area rischiando di lasciarlo segnare. Rimedia parzialmente murando lo stesso attaccante argentino, lanciato a rete nel finale.
D’Ambrosio 5,5 Da una sua leggerezza nasce la prima vera occasione per i partenopei. Il laterale campano sembra anche avere le idee giuste, ma non sempre riesce a realizzarle: la sensazione è che debba ancora trovare la sicurezza di fronte all’esigente platea dei tifosi nerazzurri.
> dal 69′ Zanetti 6 Onestamente, non è più lo stesso Zanetti che siamo abituati a conoscere: eppure anche oggi fa il suo dovere, sfruttando l’esperienza laddove non arriva con la velocità o con la reattività.
Kovacic 7 Molto ispirato in avvio, quando si muove tra le linee e delizia la platea con giocate importanti. Il croato, insolitamente presente anche quando c’è da usare il fisico, prova spesso ad ispirare gli attaccanti e salta immancabilmente l’avversario di turno senza perdere mai il pallone.
Cambiasso 6,5 Prestazione importante da parte del ‘Cuchu’, crea parecchie difficoltà al possesso degli avversari ed è sempre ben attento a coprire le spalle a Kovacic. Come il vino, sembra migliorare di anno in anno. E speriamo di potercelo gustare anche il prossimo anno.
Hernanes 5,5 E’ in gran parte suo il merito del convincente avvio dei nerazzurri. L’Inter continua a farsi rispettare, lui invece si eclissa dalla scena e vive di sprazzi, guadagnandosi anche un giallo evitabile per un’entrata scomposta su Inler.
> dal 74′ Guarin sv
Nagatomo 6,5 A tratti sembra correre come il vento. Il giapponese costituisce un appoggio sicuro per chiunque passi dalle sue parti anche se cicca malamente qualche cross. Mezzo punto in più per l’intervento in extremis con cui salva il risultato in occasione di uno svarione di Andreolli.
Palacio 6 Il suo solito lavoro oscuro, fatto di tanto movimento e di intuizioni, porta qualche risultato soltanto con le ammonizioni di Britos ed Henrique. Nel secondo tempo i nerazzurri perdono progressivamente il pallino del gioco e l’argentino è costretto ad arrendersi ai crampi.
Icardi 6 Molto importante quando sfrutta il fisico per aprire spazi a Palacio, l’argentino avrebbe anche l’occasione per mettere il sigillo ma esita di fronte a Reina, cincischiando e perdendo il pallone. Prestazione di grande sacrificio.
> dall’80’ Kuzmanovic sv

Mazzarri 6 I nerazzurri concedono due occasioni importanti al Napoli, ma ribattono colpo su colpo e non sfigurano affatto di fronte agli ospiti. Nel secondo tempo i nerazzurri perdono terreno e si rintanano all’indietro, ma quel “vento” tanto avverso nelle scorse giornate sembra ora girare in senso positivo, perché ancora una volta è il palo a mantenere la porta nerazzurra inviolata.

NAPOLI

Reina 6,5 Sempre pronto ad intervenire, rischia solo su un grande taglio di Palacio.
Henrique 6 Il suo scontro con Nagatomo non ha un vero e proprio vincitore.
Britos 6 Rischia il rosso stendendo Palacio. Nel complesso è autore di una prova sufficiente.
Ghoulam 6 Alterna buone cose a momenti di confusione. Punge anche in zona offensiva.
Inler 6,5 Amministra con intelligenza e impensierisce più volte Handanovic, colpendo anche un palo.
Jorginho 6 Sbaglia qualche tocco di troppo, ma la prestazione è più che sufficiente.
Callejon 5,5 Poco lucido quando gli capitano le occasioni migliori, è il primo partenopeo a graziare Handanovic.
Insigne 6 Crea qualche grattacapo a Campagnaro, ma non trova mai la giocata determinante.
Mertens 6 E’ uno degli uomini più temuti, ma combina poco al di là di un bell’assist per Callejon.
> dal 70′ Hamsik sv
Higuain 6 Si mangia un gol fatto, poi gli prendono le misure e lui si accontenta delle briciole.
> dall’86’ Pandev sv

Benitez 6 Il Napoli gioca una partita equilibrata e bella a vedersi, reggendo (e reagendo) alle offensive nerazzurre in maniera positiva e prendendo il controllo nel finale.

Arbitro Rizzoli e assistenti 7 C’è una differenza tra il non sbagliare nulla e il fare tutto giusto. Lui amministra la partita senza mai perdere il controllo, facilitando il compito ai giocatori e rendendo più gustoso lo spettacolo anche per il pubblico. Prestazione davvero positiva.


Alessandro Caltabiano