Inter > Inter News > Agente Botta: “Esclusioni? Non capisco. Mazzarri lo ha voluto all’Inter e ora…”

Agente Botta: “Esclusioni? Non capisco. Mazzarri lo ha voluto all’Inter e ora…”

Rubén Botta

Rubén Botta

INTER AGENTE BOTTA / MILANO – Nel corso di un’intervista concessa ai microfoni di ‘CalcioNews24’, Sergio Levinton, agente di Ruben Botta, ha espresso tutte le sue perplessità per le continue esclusioni riservate al suo assistito da Walter Mazzarri: “Non riesco a capire cosa sta succedendo. Botta ha dimostrato di potersi adattare bene al calcio italiano e i suoi compagni, e per di più non ha mai sentito la pressione che si può provare in club come l’Inter; eppure, non ha più avuto l’opportunità di giocare da titolare e fin qui ha collezionato pochissimi minuti in campo. Le scelte di Mazzarri vanno rispettate perché lui avrà sicuramente le sue ragioni, però io non riesco a capirlo e bisognerebbe chiedere a lui cosa pensa. Sono dispiaciuto, comunque, perché Botta è stato un investimento del club e, se lo facessero giocare, questo investimento verrebbe valorizzato. In più, è un peccato che i tifosi nerazzurri non abbiano potuto ammirare le sue qualità”.

Rimasto all’Inter per volere di Mazzarri? Sì, ed eravamo tutti contenti ed orgogliosi di questa scelta. Botta ha voluto fortemente l’Inter e tutti pensavamo che avrebbe dato un grandissimo apporto al suo nuovo club. Comunque, ai tempi c’erano tutte le condizioni e non siamo pentiti della scelta che abbiamo fatto. Futuro? La società non ci ha detto nulla, e al momento non ci sono offerte da parte di altre squadre. Noi vogliamo prima di tutto capire cos’ha in mente la dirigenza, perché Botta vuole restare all’Inter per conquistare la fiducia di tutti e diventare un beniamino del pubblico. A fine stagione, dunque, parleremo con la società: Botta ha bisogno di giocare e noi speriamo che questo accada qui all’Inter. Noi rispettiamo le idee del club ma un giocatore che resta ai margini della squadra non serve a nessuno: su di lui c’è l’interesse di diverse squadre dell’Europa e del Sud America, e anche altre squadre italiane hanno chiesto informazioni sulla situazione. Ad ogni modo conviene a tutti che lo si faccia giocare, perché solo giocando il suo valore potrà crescere e diventare un patrimonio economico importante”.


A.C.