Inter > Inter News > Inter, quando Eder e Mancini andarono allo scontro

Inter, quando Eder e Mancini andarono allo scontro

Eder e Roberto Soriano in Nazionale ©Getty Images

Eder e Roberto Soriano in Nazionale ©Getty Images

INTER EDER MANCINI / MILANO – L’addio di Guarin sta consentendo all’Inter di strappare Eder alla Sampdoria. L’attaccante è fortemente richiesto da Mancini, lo stesso che dopo la sconfitta del ‘Ferraris’ del 22 marzo 2015 (decisiva una punizione proprio del 29enne) ebbe da ridire sulla convocazione in Nazionale del brasiliano naturalizzato italiano (e di Vazquez del Palermo) per le sfide con Bulgaria e Inghilterra: “Io so che la Nazionale italiana deve essere italiana. Magari ci troviamo in maglia azzurra un giocatore che non è del nostro Paese ma che ha solo dei parenti qui (il bisnonno veneto nel caso del doriano, ndr). Penso che un giocatore italiano meriti di giocare in Nazionale, mentre chi non è nato in Italia, anche se ha dei parenti, credo di no”. La risposta piccata di Eder non si fece attendere: “Mancini ha detto una grossa sciocchezza. Basta vedere cosa succede in Germania, in Olanda o in Francia, che ne ha diversi provenienti dall’Africa. Qui in Italia c’è una cultura meno aperta e ci sono un po’ di pregiudizi”.

Raffaele Amato