Inter > Pagelle - I voti degli esperti > Sampdoria-Inter 1-0, le pagelle: Brozovic sì, Banega no. Brilla Eder

Sampdoria-Inter 1-0, le pagelle: Brozovic sì, Banega no. Brilla Eder

Sampdoria-Inter 1-0, Banega - Inter.it

Sampdoria-Inter 1-0, Banega – Inter.it

SAMPDORIA-INTER PAGELLE / GENOVA – Inter ancora sconfitta, questa volta sul campo della Sampdoria. Al ‘Marassi’ i nerazzurri perdono per 1-0, risultato maturato dalla rete di Quagliarella sul finire del primo tempo. La reazione della squadra di de Boer nella ripresa è nevrotica, ma non riesce a ribaltare il risultato.

INTER

Handanovic 6,5 Quasi inoperoso fino al gol di Quagliarella, nella ripresa resta a braccia conserte finché nel finale si oppone meravigliosamente a Budimir lanciato a rete.
Ansaldi 6 Molto propositivo, ma i suoi suggerimenti per gli attaccanti sono quasi sempre imprecisi. Peccato, perché la cattiveria è quella giusta e con Brozovic e Candreva riesce spesso a rendersi pericoloso.
Miranda 6 Anche lui mostra qualche pecca in più rispetto al solito, però resta il migliore della difesa. Mostra tutta la sua esperienza nel duello con Muriel e Budimir, più giovani e agili ma oggi rimasti a becco asciutto.
Murillo 5 Si lascia spesso ingannare dalle giocate intelligenti della Sampdoria, tra cui un velo di Barreto che manda Quagliarella in porta. Sul gol blucerchiato sbaglia tutto, poi continua a concedere spazi agli attaccanti anche se in generale riesce sempre a metterci una pezza.
Santon 4,5 Anche lui attivo sulla fascia, come Ansaldi, ma non ne azzecca una e per di più, lanciandosi in avanti, concede spazi enormi agli attaccanti avversari. E sul gol di Quagliarella è in ritardo.
Brozovic 7 Sfortunato al 39′, quando colpisce la traversa dopo aver scartato mezza difesa della Sampdoria. Tanto più che i blucerchiati passano in vantaggio pochi minuti dopo. La sua prestazione però è buonissima: in mediana si muove tantissimo, si intende con i compagni e dispensa palloni con una precisione millimetrica, portandosi spesso anche a ridosso dell’area avversaria. Suo anche l’assist col contagiri malamente sprecato da Icardi.
Joao Mario 5,5 Da vertice basso non sembra rendere al meglio. Non è Medel ed è troppo spesso leggero nel tamponare le scorribande avversarie, se la cava meglio nella costruzione del gioco.
Banega 5 È l’unico dei centrocampisti nerazzurri a cercare la verticalizzazione, ma anche lui difetta in precisione. I minuti passano senza che l’argentino riesca ad accendere la luce, e la scarsa attenzione in fase difensiva incide ulteriormente sulla sua valutazione negativa.
Candreva 5 Impegna Puggioni dalla distanza per due volte, e meno male, perché altrimenti non si vedrebbe praticamente mai. Lavoro difensivo a parte, non riesce a mettere in mezzo un solo pallone e si accontenta di fare da sponda per i compagni. Forse deve rifiatare.
> dal 76′ Palacio 6 Entra nel momento migliore dell’Inter e ci prova anche, ma i suoi compagni non si prestano. E la traversa nemmeno.  
Icardi 4,5 Nel primo tempo è praticamente inoffensivo, non soltanto per colpa sua. La prestazione sarebbe da 5,5 senza quell’errore madornale a due metri dalla porta, che avrebbe senz’altro cambiato la partita (la Sampdoria era in difficoltà sul piano fisico) e, forse, permesso a Fdb di dormire sonni più tranquilli.
Eder 6,5 Prestazione molto buona. L’italo-brasiliano trova parecchi spazi sulla sinistra e semina il panico nella difesa blucerchiata, annichilendo Sala e compagni senza però riuscire a finalizzare in modo adeguato.
> dal 76′ Perisic 5,5 Non riesce minimamente a entrare in partita, forse andava inserito prima.

de Boer 6 L’Inter soffre nel primo tempo, ma mostra qualche buona trama pur non riuscendo a far male a una Sampdoria messa molto bene in campo. Le occasioni arrivano sul finire del primo tempo, ma non vengono capitalizzate: l’olandese deve avere un conto aperto con gli dèi del calcio perché, prima e dopo il gol di Quagliarella, le opportunità interiste avute da Brozovic e Palacio si stampano sulla traversa. E Icardi questa volta non la risolve, anzi, mette fuori in modo incredibile un pallone che sarebbe stato soltanto da spingere in porta. Insomma, nonostante una Sampdoria migliore sul piano corale, tra pali e occasioni mancate sarebbe davvero un epilogo amaro se l’avventura nerazzurra di de Boer dovesse interrompersi per il capriccio della fortuna.

SAMPDORIA

Puggioni 6 Due parate su Candreva, poi ci pensa la traversa.
Sala 5 Malissimo contro Eder, non lo tiene mai.
Silvestre 6,5 Gestisce la partita con esperienza.
Skriniar 6,5 Icardi non riesce quasi mai a sfuggirgli.
Regini 6 Spesso in difficoltà su Candreva, ma se la cava.
Barreto 6,5 Molto bene nelle due fasi.
Linetty 6,5 Grande verve offensiva, fa molto bene.
Fernandes 7 Decisamente il migliore in campo.
Muriel 6 Si divora un gol facile facile.
Quagliarella 6,5 Si fa trovare pronto sull’unica vera occasione.

Giampaolo 6,5 Come detto in precedenza, Sampdoria messa molto bene in campo. Certamente avrà giovato il riposo concesso ai suoi centrocampisti e attaccanti nel turno precedente, quello non disputato (e perso malamente) contro la Juventus. Strano che nessuno lo abbia sottolineato, se avesse lasciato i migliori giocatori a riposo perdendo contro l’Inter per affrontare al meglio la Juventus sicuramente qualcuno avrebbe scatenato il finimondo.

Arbitro Mazzoleni 5 Sala avrebbe meritato almeno due cartellini gialli, prima un brutto fallo su Eder, poi per uno su Banega. In un’occasione identica a quest’ultima, invece, ammonisce Miranda. Il brasiliano viene poi graziato nel finale, quando avrebbe meritato la seconda ammonizione. Per quanto riguarda il presunto fuorigioco sul gol di Quagliarella, invece, nessun dubbio: il gol è regolare.

Alessandro Caltabiano