Inter > Pagelle - I voti degli esperti > Inter-Crotone 3-0, le pagelle: riscossa Icardi nel finale, male Banega e Joao Mario

Inter-Crotone 3-0, le pagelle: riscossa Icardi nel finale, male Banega e Joao Mario

Inter-Crotone 3-0, la squadra nerazzurra (Getty Images)

Inter-Crotone 3-0, la squadra nerazzurra (Getty Images)

INTER-CROTONE PAGELLE / MILANO – L’Inter torna alla vittoria in casa contro il Crotone ultimo in classifica. A ‘San Siro’ finisce 3-0 con le reti di Perisic e Icardi (doppietta), segnate tutte dall’84’ in poi.

INTER

Handanovic 6 Praticamente inoperoso, si limita a qualche intervento di routine ma nella ripresa non viene mai chiamato in causa.
D’Ambrosio 6 Almeno contro il Crotone, peraltro basso e rinunciatario, riesce a proporsi con continuità in avanti. Il suo contributo però si traduce soltanto in maggiore libertà per Candreva, perché il napoletano – al di là di una rete annullata per fuorigioco – non è efficace.
Miranda 6 L’unico a cercare la conclusione nel primo tempo, stacca di testa trovando la respinta di Cordaz. Il Crotone non attacca mai e il brasiliano gode di tantissima libertà, prendendosi la briga di impostare l’azione e andando spesso a saltare in avanti.
Ranocchia sv Ordinaria amministrazione, poi esce in lacrime per un infortunio, forse anche grave.
> dal 19′ Murillo 6 Serata molto tranquilla anche per lui. In avvio di ripresa sbaglia di testa un gol facile, ci riprova poco dopo in rovesciata. In difesa invece non soffre mai.
Santon 5,5 Come al solito è molto volenteroso, ma sbaglia tanto. Nella ripresa la squadra migliora e lui sembra trovare anche maggiore personalità, ma non ha i mezzi tecnici per andare al cross. Non bene l’intesa con Perisic.
Candreva 6 Sbaglia qualcosa in avvio, apparendo distratto e impreciso, poi l’Inter prende il controllo delle operazioni e lui si piazza sulla destra sfoderando cross che però si perdono quasi nel nulla.
> dall’83’ Jovetic sv Di fatto non tocca un pallone, ma il suo ingresso apre nuovi spazi a Icardi permettendogli di conquistarsi un rigore e di andare più volte al tiro. 
Brozovic 6,5 Propositivo, si muove bene costituendo un punto d’appoggio sicuro per i suoi compagni. Prova anche a ricamare sul limite dell’area, con risultati alterni. Non rientra nei gol, ma è un giocatore del tutto recuperato. 
Joao Mario 5,5 Per certi versi indolente, nella prima frazione si mostra impacciato e distratto, in piena linea con l’atteggiamento della squadra. Prende campo nel secondo tempo, facendo girare la palla ma sbagliando diverse giocate tra cui qualche tiro in curva. 
Perisic 6,5 Il Crotone non attacca praticamente mai, perciò il croato può giocare libero da compiti di copertura. Ciò nonostante, non riesce mai ad essere devastante sulla fascia sinistra (anche perché Santon non lo aiuta) ma trova il gol dell’1-0 appena si sposta sull’altro lato.
Banega 5,5 Primo tempo un po’ deludente, sbaglia diverse soluzioni e non sembra mai pienamente in partita. Si riscatta poco prima della sostituzione, con una bella punizione parata da Cordaz. 
> dal 64′ Eder 6 Entra e ci mette la grinta. Nel finale serve due assist prontamente sfruttati da Icardi: sul primo l’argentino era in fuorigioco, il 3-0 invece è regolare.
Icardi 7 Resta isolato al centro dell’attacco, sommerso dalle maglie bianche dei calabresi, e sugli innumerevoli cross non riesce mai a farsi trovare. L’ingresso di Jovetic gli toglie pressioni di dosso e frutta anche il rigore del 2-0, siglato peraltro dallo stesso argentino. Che nel finale trova anche la doppietta su assist di Eder, e che aveva ispirato anche l’1-0 con un lancio che per un attimo ricorda Wesley Sneijder.

Vecchi 6,5 La cosa più evidente del primo tempo nerazzurro, al di là della quasi totale mancanza di occasioni da gol, è che gli esterni non riescono a fare un cross senza colpire il difensore di turno. La squadra di Vecchi, disposta con un 4-4-1-1, lascia molto solo Icardi e non mostra mai idee e personalità necessarie a sbloccare il risultato. Nella ripresa l’atteggiamento è diverso ma per sbloccare la gara serve il passaggio al 4-4-2, che arriva soltanto all’83’ con l’ingresso di Jovetic.

CROTONE

Cordaz 6,5 Fa tutto il possibile, poi incassa tre gol.
Rosi 6 Tiene a bada Perisic per lunghi tratti del match.
Ceccherini 6,5 Bella prova a livello di reparto, chiude Icardi.
Ferrari 5,5 Qualche incertezza di troppo.
Mesbah 6 Cerca di limitare Candreva, a tratti ci riesce.
Rohden 6 Senza infamia e senza lode.
Capezzi 6 Il più propositivo dei suoi.
Barberis 5,5 Un po’ ingenuo in certi casi.
Trotta 5 Completamente isolato.
Falcinelli 5,5 Si sacrifica tantissimo in fase difensiva.
Palladino 6 Crea qualche apprensione ai nerazzurri.

Nicola 5 Prestazione molto brutta per la squadra calabrese, che fino all’84’ resiste alle offensive nerazzurre con un gara del tutto rinunciataria e troppo concentrata sulla difesa per poter garantire al contempo un’adeguata spinta in avanti. Tanto che i tre gol di scarto, seppur arrivati tutti nei minuti finali, sono pienamente meritati per quanto visto in campo. *

Arbitro Calvarese 6 Annulla due gol all’Inter per fuorigioco (a D’Ambrosio e Icardi): entrambe le decisioni sembrano corrette, anche se di pochi centimetri, soprattutto la prima. Il rigore per i nerazzurri invece è lampante e viene giustamente assegnato. Prova senza errori particolari sia da parte dell’arbitro che da parte dei suoi assistenti.

Alessandro Caltabiano