Inter > Pagelle - I voti degli esperti > Milan-Inter 2-2, le pagelle: Icardi toppa ancora, eurogol Candreva. E la difesa…

Milan-Inter 2-2, le pagelle: Icardi toppa ancora, eurogol Candreva. E la difesa…

Candreva esulta per il gol nel derby (Inter.it)

Candreva esulta per il gol nel derby (Inter.it)

MILAN-INTER PAGELLE / MILANO – Alla prima di Pioli, l’Inter pareggia il derby agguantando il 2-2 nel finale. Milan due volte in vantaggio con Suso, in mezzo l’1-1 di Candreva e tante occasioni sciupate dai nerazzurri. Al 92′, poi, Perisic toglie le castagne dal fuoco ai suoi segnando il pareggio in mischia.

INTER 

Handanovic 6 Subisce due gol senza colpe, tradito da una difesa a tratti fin troppo ingenua.
D’Ambrosio 5 Mette in mezzo un assist col contagiri poi non sfruttato da Perisic. In generale gioca come suo solito, facendosi trovare da Candreva ma non azzardando mai un dribbling o una giocata di personalità.
Medel 6,5 Lavora molto bene in coppia con Miranda, in quello che è effettivamente il suo ruolo nella Nazionale cilena. Sbroglia qualche situazione spinosa con esperienza e garra, e non va mai in difficoltà. Un esperimento interessante, oggi poco fortunato, ma che in futuro offrirà una concorrenza salutare a Murillo e nuove soluzioni a Pioli.
> dal 37′ Murillo 5,5 Avrebbe potuto evitare tranquillamente il 2-1 spazzando quella palla con più intelligenza. Nel finale commette anche una grossa ingenuità a cui però riesce almeno a porre rimedio, poi offre l’assist a Perisic per il 2-2.
Miranda 5,5 Anche lui non è ai suoi soliti livelli, sbaglia qualcosa di troppo e si fa saltare con una facilità disarmante da Suso in occasione del secondo gol.
Ansaldi 5 Ha più di una responsabilità sull’1-0 del Milan, quando lascia tantissimo spazio a Suso. In generale viene  messo in grandissima difficoltà dallo spagnolo e non riesce neanche a supportare adeguatamente Perisic in fase offensiva.
> dal 65′ Nagatomo 6 Prestazione da Nagatomo, niente di più, niente di meno. Mai un cross degno di nota, in difesa non soffre perché il Milan gioca rintanato nella sua area.
Brozovic 6 Non riesce a incidere tanto, ma disputa un buon primo tempo confermando i recenti progressi. Lavora basso a centrocampo, aiuta i compagni e cerca anche giocate importanti, seppur non trovando spunti davvero degni di nota. Cala alla distanza.
> dal 75′ Jovetic 5 Sempre più un corpo estraneo, rimedia subito un’ammonizione inutile e ogni sua parvenza di iniziativa si perde tra le maglie rossonere.
Joao Mario 6 Inizia con personalità sulla trequarti, ma arretra subito per cercare palloni giocabili. Non è un vero rifinitore e infatti fatica un po’ ad innescare i compagni, però disputa una buona gara.
Kondogbia 4,5 Rimedia un’ammonizione ingenua in avvio di gara e nel complesso si attesta sui soliti livelli. Non rincorre Bonaventura sul gol e nel secondo tempo perde anche un pallone sanguinoso sulla mediana, fortunatamente senza danni. Era davvero colpa di Frank de Boer?
Candreva 7 Lavora bene a centrocampo e a ridosso dell’area, ma è quasi inoffensivo quando calcia verso la porta. Nella ripresa invece inventa un gran gol da fuori area e continua a distribuire giocate illuminanti per i compagni (per esempio il cucchiaio con cui innesca Perisic nel finale).
Icardi 5 Difficile immaginare un Icardi più spento e inconcludente di questo. Ci si augurava di vederlo finalmente festeggiare il suo primo gol nel derby di Milano, invece l’argentino sciupa tre occasioni facilissime lasciando i tifosi a bocca aperta.
Perisic 6,5 Sciupa due grandi occasioni in avvio, prima calciando su Donnarumma e poi colpendo male di testa. Nella ripresa, sul 2-1 per i rossoneri, sfiora l’eurogol al volo su un grande assist in scavetto di Candreva. Palla fuori di un soffio, ma il gol è solo rimandato e arriva nel finale, con una zampata che regala all’Inter un pareggio tanto meritato quanto ormai insperato.

Pioli 6 La sua squadra interpreta bene il match ma – come accadeva nell’era de Boer – sciupa tutte le occasioni per passare in vantaggio (due Perisic e una Icardi) e subisce gol all’unica opportunità del Milan. Il pareggio di Candreva è strameritato ma viene vanificato da un’altro orrore difensivo dei nerazzurri, poi nel finale Perisic evita una sconfitta che sarebbe stata ingiusta. Debutto comunque interessante per l’ex Lazio, che schiera Medel in difesa (scelta azzeccata, ma poi resa inutile dalla fortuna) e una mediana sperimentale rilanciando Kondogbia a scapito di Banega (bruttissima prova del francese).

MILAN 

Donnarumma 6 Come Handanovic, difficile accusarlo.
Abate 6 Bel duello con Perisic.
Paletta 6 Tiene bene un Icardi in serata no.
Gomez 6 Piuttosto rozzo, ma tanto efficace.
De Sciglio 6 Un po’ in difficoltà, ma cresce alla distanza.
Kucka 5 Fatica un po’ a recuperare la palla. 
Locatelli 5,5 Buona gara, ma si perde Perisic sul 2-2.
Bonaventura 7 Grande gara, fa il diavolo a quattro. 
Suso 7,5 Sigla i due gol rossoneri, molto bello il primo.
Bacca 5 In ombra rispetto al solito, ma serve l’assist per il 2-1.
Niang 5,5 Mette in difficoltà D’Ambrosio.

Montella 6 Se non fosse stato per quel 2-2 di Perisic, avrebbe ottenuto il massimo con il minimo sforzo. La partita la fa l’Inter, nel bene e nel male, perché non sfrutta le occasioni e poi si lascia infilare sulle uniche due vere occasioni da gol dei rossoneri.

Arbitro Tagliavento e assistenti 5 Niente da dire, il solito Tagliavento. Fischia tutto quello che può ai danni dell’Inter mettendoci un’attenzione morbosa, e grazia subito Gomez per un’entrataccia su Icardi. Manca anche un giallo clamoroso per fallo di mano di Suso. Insensate le proteste milaniste sull’1-1 di Candreva, dato che era stato Locatelli a concedere il fallo laterale. Incredibile che non venga ammonito Niang.

Alessandro Caltabiano