Inter > calciomercato Inter > Inter, i desideri di Suning: Champions, top player e un talento italiano

Inter, i desideri di Suning: Champions, top player e un talento italiano

Inter, in estate i top player (Getty Images)

Inter, in estate i top player (Getty Images)

CALCIOMERCATO INTER SUNING TOP PLAYER / MILANO – Dopo l’inaugurazione dell’Inter-Jiangsu Store in quel di Nanchino, Zhang Jindong e una delegazione di Suning partirà alla volta dell’Italia, di Milano, per assistere al match di campionato valevole per la quattordicesima giornata contro la Fiorentina, in programma lunedì sera al ‘Meazza’. Una gara che la squadra di Stefano Pioli è obbligata a vincere dopo l’ennesima figuraccia europea che ha sancito l’eliminazione dall’Europa League – eliminazione presa tutt’altro che bene dalla proprietà – per non complicare ulteriormente la già complicata rincorsa a un posto in Champions League – ora il terzo-secondo posto è distante otto punti – competizione che i cinesi vogliono che venga acciuffata a tutti i costi – questo lo hanno già detto alla squadra – perché la ritengono indispensabile per aumentare il valore del cosiddetto ‘brand’ nerazzurro ma anche per convincere i migliori calciatori europei (i soldi non sono sufficienti) a ‘sposare’ il progetto-Inter.

Senza di essa sarebbe, eventualmente, più difficile (ma non impossibile) portare alla Pinetina quei tre-quattro top player che da tempo sono sulla lista del direttore sportivo Ausilio: una lista che comprende Marco Verratti, che tramite il suo agente ha già lanciato segnali d’apertura all’Inter. Bisognerà vedere, però, se il Paris Saint Germain – che ha una proprietà altrettanto ricca – sarà disposto a privarsene, senza contare che il regista italiano piace anche alla Juventus e agli altri grandi club del vecchio continente. Poi Luiz Gustavo del Wolfsburg, che voleva già Mazzarri nel 2014. James Rodriguez, già provato a prendere l’estate scorsa con lo stanziamento di ben 80 milioni di euro. A giugno potrebbero bastarne anche meno visto che il colombiano è di fatto una riserva del Real Madrid. Senz’altro Alexis Sanchez, ex Udinese e Barcellona ora all’Arsenal. E due difensori giovani ma già esperti quali Marquinhos sempre del Psg e Lindelof del Benfica. Quattro super acquisti per un totale di spesa superiore ai 150 milioni di euro. Nei piani di Suning, poi, ci sono anche degli investimenti per almeno un talento italiano, nello specifico per Berardi o per Federico Bernardeschi. Altri 25-30 milioni, insomma, ai quali aggiungere quelli per un terzino: secondo il ‘Corriere dello Sport’ Darmian resta in cima alle preferenze della dirigenza interista, ma non vanno esclusi altri nomi, da Vidal a Semedo, dal ‘baby’ Conti a Ricardo Rodriguez del Wolfsburg.

R.A.