Inter > calciomercato Inter > Suning, Inter-Fiorentina e poi vertice di mercato: il punto

Suning, Inter-Fiorentina e poi vertice di mercato: il punto

Suning, Inter-Fiorentina e poi vertice di mercato (Getty Images)

Suning, Inter-Fiorentina e poi vertice di mercato (Getty Images)

SUNING INTER-FIORENTINA MERCATO / MILANO – Dopo l’inaugurazione dello store Inter-Jiangsu in quel di Nanchino, Suning è atteso a Milano in giornata per assistere alla sfida contro la Fiorentina – sfida da vincere per non perdere ulteriore terreno dalla zona Champions – in programma stasera allo stadio ‘Meazza’. Quello contro i ‘Viola’ sarà il terzo match stagionale (dopo quelli contro Palermo e Juventus) dal vivo per il patron nerazzurro Zhang Jindong che, secondo ‘La Gazzetta dello Sport’, ha già fissato per la giornata di domani un vertice societario per stabilire la strategia per il prossimo mercato di gennaio.

Considerata l’eliminazione dall’Europa League, non presa affatto bene dalla proprietà cinese, nella finestra cosiddetta ‘di riparazione’ l’Inter avrà come primo (e solo?) obiettivo lo sfoltimento della rosa, che al momento conta ben 29 calciatori. I candidati a lasciare Milano sono cinque: Santon, Felipe Melo, Jovetic, Biabiany, e Gabigol. Quest’ultimo, pagato 29,5 milioni di euro e finora sceso in campo per appena un quarto d’ora contro il Bologna, cioè due mesi fa, dovrebbe però partire con la formula del prestito. Nel suo futuro la Liga spagnola oppure una ‘piccola’ di Serie A, nella fattispecie i rumors segnalano Empoli o Pescara come possibili destinazioni dell’attaccante brasiliano che, a meno di colpi di scena, anche contro l’undici di Paulo Sousa partirà dalla panchina.

A corredo, sempre a proposito di mercato, sul tavolo del summit potrebbe l’argomento (non meno importante) rinnovo dei contratti, in scadenza a giugno, del direttore sportivo Piero Ausilio e del direttore generale Giovanni Gardini.

R.A.