Inter > calciomercato Inter > Mercato Inter, mini rivoluzione a gennaio con l’ennesimo rischio fallimento

Mercato Inter, mini rivoluzione a gennaio con l’ennesimo rischio fallimento

Mercato Inter

Inter, Zhang a San Siro con Zanetti, Jun Liu e Thohir – Getty Images

MERCATO INTER / MILANOMercato Inter, scatta la mini rivoluzione a gennaio con l’ennesimo rischio fallimento tecnico? Potrebbe essere questo lo scenario se non si opererà con oculatezza. E’ quanto sostiene il ‘Corriere della Sera’ nella propria edizione odierna.

Mercato Inter, altro rischio fallimento

Il quotidiano analizza la situazione relativa al mercato, dove si registreranno alcuni movimenti in entrata ma soprattutto in uscita. I giocatori poco utilizzati o che hanno deluso andranno via con ogni probabilità, in virtù degli ormai noti fatti legati al fair play finanziario: le norme imporrebbero di rientrare da determinate spese, ma se l’Inter non si qualificherà per le coppe i vincoli non sarebbero più rigidi come un tempo. Tuttavia, le cessioni più urgenti riguardano Kondogbia e Jovetic, due giocatori strapagati che potrebbero almeno garantire quei 25-30 milioni utili per aiutare le casse. Gabigol partirà in prestito, ormai è certo, mentre Melo, Biabiany, Santon sono delle operazioni minori ma certe in uscita. Se andranno via tutti questi nomi, dovranno comunque esserci delle entrate mirate al progetto tecnico: in questo caso servirebbero due terzini, un difensore centrale e un regista, perché Banega, da acquisto osannato da tutti, ora è visto come un problema tattico di difficile collocazione. Muoversi sul mercato invernale, però, è costoso e pericoloso, soprattutto se non si hanno garanzie sul progetto e sull’allenatore…

S.M.www.interlive.it