Inter > Inter News > dal campo > Serie A, Inter-Lazio 3-0: Banega e doppio Icardi chiudono il 2016. Ora forza Fiorentina

Serie A, Inter-Lazio 3-0: Banega e doppio Icardi chiudono il 2016. Ora forza Fiorentina

Inter-Lazio 3-0: a segno Banega e Icardi doppietta) – Getty Images

SERIE A INTER-LAZIO 3-0 / Banega e Icardi (doppietta) mettono al tappeto la Lazio nel big match della 18esima giornata di Serie A, l’ultimo del 2016. Tre punti importantissimi per l’Inter di Pioli, alla quarta vittoria consecutiva (la terza senza incassare gol) e ora a -4 dalla zona Champions. Ma domani dovrà tifare Fiorentina, avversaria del Napoli.

La partita

Zhang in tribuna, Pioli fa le scelte più logiche per sostituire gli squalificati Felipe Melo e Joao Mario: Banega alle spalle di Icardi e Kondogbia in mediana affianco a Brozovic. Per il resto è l’Inter che domenica ha battuto non senza soffrire il Sassuolo. Lazio col 4-3-3, ma in realtà l’attaccante è uno solo: Ciro Immobile. Felipe Anderson jolly offensivo, Lulic preferito a Keita. In difesa forfait pesante dell’ultimo minuto: si ferma Radu, già non al meglio, al suo posto Inzaghi manda in campo lo spagnolo Patric.
Lazio intraprendente in avvio e subito a un passo dal gol: Felipe Anderson la dà a Immobile, tiro e parata di Handanovic; sulla respinta va Lulic, salva D’Ambrosio. Passato il peggio, l’Inter prende coraggio e campo quasi schiacciando la Lazio con un atteggiamento propositivo e una manovra fluida che coinvolge i laterali, molto alti, e soprattutto Candreva, che in fase di possesso va a tagliare per vie centrali agendo da rifinitore per Icardi, cercato anche in profondità e che al 9′ esce dalla sua zona favorendo l’inserimento dei compagni, compreso Perisic che, però, sul suo traversone manca il pallone.
L’Inter fa la partita, dei molti uno contro uno, con Brozovic sugli scudi e un ottimo Kondogbia, ma la Lazio è pericolosissima in contropiede. Ancora con Felipe Anderson, inspiegabilmente sempre lasciato libero; Perisic non dà nemmeno una mano ad Ansaldi, il diretto avversario del brasiliano che al 18′ serve Immobile che poi non angola bene e così Handanovic può arrivarci; al 25′ salta tutta la difesa interista con estrema facilità fallendo nell’atto finale; devia in corner D’Ambrosio, in gran serata nonostante il difficile duello con un Lulic a tutto campo. Sugli sviluppi del corner altra occasionissima della Lazio: Milinkovic-Savic va di testa, palla di poco alta. L’Inter è aggressiva e piacevole da guardare, ma dopo aver rischiato di andar sotto si fa viva solo con due conclusioni da fuori, di Brozovic e Banega (pericoloso solo sui calci da fermo), che Marchetti para senza affanni.
Secondo tempo. la Lazio riparte forte, sulle incursioni di Savic e Felipe Anderson è provvidenziale e fortunato Miranda. L’Inter risponde nel giro di poco, trovando il vantaggio al 53′: i biancocelesti rinviano male, Brozovic recupera, Banega ha un rimbalzo che gli favorisce la preparazione di un destro che Marchetti può solo toccare. 1-0. La ruota gira in favore dei nerazzurri, due minuti più tardi nuovo recupero, palla a D’Ambrosio che ha libertà per crossare dalla destra verso il centro per Icardi, bravo a rubare il tempo a de Vraij e a infilarla nell’angolino destro. 2-0. A questo punto Inzaghi fa il cambio tanto atteso: dentro Keita per Patric. Lulic viene arretrato sulla linea difensiva.
Pioli risponde con Nagatomo al posto di Ansaldi. Poco prima probabile fallo da rigore su Icardi, che al 65′ – con una Lazio nervosa e ormai fuori partita – sigla il 3-0. Schema da punizione, Banega per il capitano dell’Inter, tiro non irresistibile che Marchetti non trattiene. Sesta doppietta stagionale per l’argentino, ora da solo in vetta alla classifica capocannonieri. La Lazio accenna a una reazione e reclama un rigore, “netto” per il tecnico laziale. D’Ambrosio va con troppa foga su Parolo, il penalty poteva starci sicuramente.
L’Inter ha comunque la partita in mano e con Icardi, servito col filtrante da Banega, sfiora il poker. 71′: fuori Lulic, dentro il giovane Lombardi. 73′: out e applausi per Banega, eccellente nella ripresa. Lo sostituisce Palacio. Inter passa al 4-4-2. 82′, traversa di Icardi. Poi Cataldi surroga Biglia e Gabigol, all’85’, Candreva. L’Inter chiude in bellezza, con un successo rotondo, e meritato, contro una diretta concorrente per l’Europa, vedremo se Champions o meno, un 2016 da dimenticare al più presto.

INTER-LAZIO 3-0
53′ Banega, 55′ e 65′ Icardi

INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, Miranda, Murillo, Ansaldi (62′ Nagatomo); Brozovic, Kondogbia; Candreva (85′ Gabigol), Banega (73′ Palacio), Perisic, Icardi. A disp.: Carrizo, Andreolli, Ranocchia, Yao, Santon, Gnoukouri, Biabiany, Eder. All.: Pioli

LAZIO (4-3-3): Marchetti; Basta, De Vrij, Wallace, Patric (58′ Keita); Parolo, Biglia (82′ Cataldi), Milinkovic-Savic; Felipe Anderson, Immobile, Lulic (71′ Lombardi). A disp.: Strakosha, Vargic, Hoedt, Bastos, Murgia, Kishna, Luis Alberto, Keita, Djordjevic. All.: S.Inzaghi

ARBITRO: Mazzoleni di Bergamo
NOTE – Ammoniti: Ansaldi, Felipe Anderson, Lulic, Miranda

Raffaele Amato