Inter > calciomercato Inter > Inter, senti Orsolini: “Mi ha chiamato Zanetti. E’ il mio modello”

Inter, senti Orsolini: “Mi ha chiamato Zanetti. E’ il mio modello”

Orsolini con l’under 20 (Getty Images)

INTER ORSOLINI ZANETTI / Riccardo Orsolini è uno dei maggiori talenti del campionato di Serie B. E’ per questo che sulle sue tracce ci sono i grandi club italiani, compreso soprattutto l’Inter: “Sono orgoglioso che tante società importanti mi stiano studiando, però non mi faccio distrarre da questo vortice di voci. Non penso al mercato, al mio futuro – ha detto al ‘Corriere dello Sport’ l’esterno 19enne dell’Ascoli prima di svelare la sua ammirazione per Javier Zanetti -. Qualcuno mi ha accostato a Berardi del Sassuolo. E qualche altro ha scomodato addirittura un fenomeno come Robben. Io mi tengo alla larga da certi giudizi. Ho cominciato adesso a farmi conoscere, sto cercando di creare le basi per una buona carriera. E il mio modello è Zanetti: per il suo modo di ragionare, per la sua mentalità, per la sua dedizione. Rispecchia i valori autentici, quelli che contano: l’applicazione, il rispetto verso gli avversari, lo spirito di sacrificio, la disponibilità a mettersi al servizio dei compagni con umiltà”.

“Zanetti mi ha ringraziato”

L’ex storico capitano e ora vicepresidente nerazzurro ha avuto un contatto telefonico con Orsolini, un contatto che, magari, potrebbe fare da apripista a un suo approdo all’Inter: “In parecchie interviste ho sottolineato questo legame a distanza nei suoi confronti. E lui, qualche giorno fa, mi ha telefonato. All’inizio, quando ho risposto al cellulare, sono rimasto un po’ sorpreso. Ho temuto per qualche secondo che potesse trattarsi di uno scherzo. Ma poi ho riconosciuto la sua voce. Ho capito che stavo parlando davvero con Zanetti. Mi ha ringraziato per le belle parole che avevo espresso sul suo conto: una grande emozione. Mi ha dato l’opportunità di ribadirgli tutta la mia stima anche a voce. Sono stato io a congratularmi con lui. La sua figura di leader silenzioso mi ha sempre affascinato”.

R.A.