Inter > Inter News > De Boer: “Inter, dispiace per il mio staff. Offerte? Non avevo voglia di…”

De Boer: “Inter, dispiace per il mio staff. Offerte? Non avevo voglia di…”

Inter, De Boer

De Boer: “Dispiaciuto per il mio staff. Il futuro…” ©Getty Images

INTER NEWS / MILANO – De Boer torna a parlare di Inter. Il tecnico olandese, esonerato dal club nerazzurro a soli due mesi dal suo arrivo a Milano, si è concesso ai microfoni di ‘Fox Sports’ per una breve chiacchierata in cui non ha mancato di mostrare – ancora una volta – la sua signorilità. Queste le sue dichiarazioni: “Il mio esonero? Sono dispiaciuto non per me, ma per il mio staff. Mi sembra di aver deluso tutti gli uomini che lavorano con me, è così che lo sento, e la cosa mi dispiace molto. L’allenatore è quello che va in copertina e che guadagna di più, ma alle sue spalle c’è sempre uno staff che lavora sodo, e fare le valigie e andare via dopo appena 85 giorni è fastidioso a tutti i livelli, anche per il trasloco, la casa e questo genere di cose. Offerte? Sì, già due giorni dopo l’addio all’Inter sono arrivate alcune proposte, diversi club si sono fatti sentire col mio agente, Guido Albers. Io però in quel momento non avevo alcuna voglia di star lì ad ascoltarle, avevo appena rotto con un club di caratura mondiale come l’Inter…”.

De Boer, ritorno in Spagna? Possibilità Barcellona

A proposito di futuro, nella giornata di oggi De Boer è stato accostato nientemeno che al Barcellona. È stato l’autorevole quotidiano ‘Marca’ a lanciare la notizia, spiegando che Luis Enrigue, attuale tecnico dei blaugrana, non sarebbe per niente sicuro di restare in Catalogna anche nella prossima stagione. In caso di addio, oltre a De Boer (che ben conosce l’ambiente, avendo dei buonissimi trascorsi da calciatore al Barça tra il 1999 e il 2003), i nomi sono quelli di Laurent Blanc, Ronald Koeman, Jurgen Klopp, Eusebio Sacristan ed Ernesto Valverde. La speranza è che l’ex Ajax, sempre molto attaccato alla causa nerazzurra al di là delle sue difficoltà d’ambientamento, possa riscattarsi in un campionato che gli è sicuramente più congeniale: basti considerare che Luis Enrique, esonerato senza troppi preamboli dalla Roma, nel suo primo anno da allenatore del Barcellona ha vinto il Triplete (sconfiggendo la Juventus in finale di Champions League) prendendosi una grossa rivincita sui tifosi bianconeri. Senza dubbio un precedente favorevole…

A.C.